Redazione Paese24.it

ULTIM’ORA – Scontro tra ambulanza e Tir a Villapiana, tre feriti gravi

ULTIM’ORA – Scontro tra ambulanza e Tir a Villapiana, tre feriti gravi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Tragico incidente a Villapiana, questa mattina, tra un’ambulanza e un tir. Lo scontro frontale tra i due veicoli ha provocato tre feriti, le cui condizioni al momento risultano molto gravi. L’incidente é avvenuto questa mattina, intorno alle 07:30 sul Viadotto Saraceno, lungo il tratto ammodernato della SS106, nei pressi dello svincolo per Villapiana Lido. Il mezzo pesante viaggiava in direzione sud, mentre l’ambulanza, di una ditta privata, era diretta da Rossano verso l’ospedale di Trebisacce per il trasporto di un paziente al reparto di dialisi del ex nosocomio jonico.

Le vittime sono state estratte dalle carcasse dei veicoli grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco e soccorsi dal personale medico del 118 e dalla Misericordia di Trebisacce. Due feriti sono stati trasportati all’Ospedale di Rossano, mentre per il terzo, il cui quadro clinico versava in codice rosso, é stato necessario l’intervento dell’elisoccorso verso l’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Restano ancora molti dubbi sulla dinamica dell’incidente, attualmente al vaglio degli agenti della Polizia Stradale di Rossano. Sul luogo dello scontro anche i Carabinieri della locale stazione, gli uomini della Guardia di Finanza e diverse squadre dell’Anas, che hanno provveduto a deviare il traffico sulla ex Ss106 per consentire le operazioni di soccorso e gli opportuni rilevamenti.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

Giovanni Pirillo

Share Button

2 Responses to ULTIM’ORA – Scontro tra ambulanza e Tir a Villapiana, tre feriti gravi

  1. elide malomo 2015/08/04 at 13:20

    la foto mostra una ragazza seduta a lato,vedo male io?scusatemi se scrivo questa sciocchezza…

    Rispondi
    • Redazione Paese24.it 2015/08/05 at 08:31

      Nessuna ragazza nel mezzo. Non avremmo mai pubblicato la foto. Saluti, la redazione

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *