Redazione Paese24.it

Castrovillari saluta i popoli dell’Estate Internazionale del Folklore

Castrovillari saluta i popoli dell’Estate Internazionale del Folklore
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Tradizioni, danze, colori, allegria, cultura, sport, incontri. Tutto in una manifestazione – l’Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino – giunta alla 30esima edizione, conclusasi ieri (23 agosto) dopo otto giorni di spettacoli sul palco di piazza Municipio. Otto i gruppi partecipanti alla kermesse, organizzata dall’associazione culturale “Gruppo Folk Città di Castrovillari” e dal suo direttore artistico, Antonio Notaro. Un unico abbraccio, un viaggio lungo dall’Argentina al Messico, dal Burkina Faso alla Colombia, dall’India alla Macedonia, dal Messico all’Ossezia, dal Perù all’Italia, con il gruppo ospitante “Città di Castrovillari”, Ostuni, Pellaro, Mormanno e Nicastro. A presentare le serate la giornalista e antropologa Geneviev Makaping e Antonio Notaro.

«Il Festival Internazionale del Folklore – ha commentato il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito – persiste, fiero, nel segno dell’integrazione delle etnie e delle loro culture». Sull’universalità di alcuni valori, come «fratellanza, pace e rispetto per il Creato», si è invece soffermato il presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra. Novità di quest’anno, il “cibo di strada”, con la prima edizione di “A via nova”.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *