Redazione Paese24.it

Nicola Zaccato, l’uomo che conquistò 100 vette nel Parco del Pollino

Nicola Zaccato, l’uomo che conquistò 100 vette nel Parco del Pollino
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Scalare 100 vette nel Parco Nazionale del Pollino! Non è facile ma neanche impossibile». A dirlo e, soprattutto, a farlo è Nicola Zaccato (nella foto sulla vetta del Dolcedorme che, con i suoi 2.267 metri, costituisce la cima più elevata del massiccio del Pollino oltre che dell’arco appenninico meridionale), presidente dell’associazione “ldentità Territoriale” e guida ambientale escursionistica. Un’impresa mai compiuta da nessuno.

«Sono partito da uno studio del territorio – racconta lo stesso trekker. Sulla cartina ho individuato e tracciato il percorso da seguire e le vette da conquistare. Da qui l’inizio di una conquista difficile e a volte “stremante” durata due anni, delle 100 vette del Pollino e dell’Orsomarso». Da Frascineto, paese in cui Nicola vive, ad Alessandria del Carretto, Belvedere Marittimo, Aieta, Verbicato, Grisolia, punti di partenza delle sue scalate. Da un estremo all’altro della Calabria e della Basilicata, ore e ore di viaggio, prima di intraprendere la sfida. Panorami incantevoli, vette più o meno alte, sentieri a volte inesistenti, canali invalicabili, ostacoli, e poi, in lontananza, quella meta. Ogni vetta è una conquista per Nicola Zaccato, e la soddisfazione ripaga ogni fatica. Ad ogni sforzo corrisponde un’emozione, ad ogni vetta la libertà assoluta.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *