Redazione Paese24.it

A Castrovillari un convegno medico sui disturbi dell’apprendimento

A Castrovillari un convegno medico sui disturbi dell’apprendimento
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

“Disturbi specifici dell’apprendimento – Dalla rilevazione precoce alla didattica efficace”. E’ questo il tema del convegno medico-scientifico organizzato dal Rotary club di Castrovillari, in collaborazione con AID (Associazione Italiana Dislessia) Cosenza, che si terrà domani (mercoledì 9 settembre), dalle ore 8.30 alle 18.30, presso il Protoconvento francescano.

Il seminario, rivolto al personale medico, infermieristico, a docenti e genitori, sarà introdotto dai saluti di Enrico Guercio, presidente Rotary Club Castrovillari, Silvia Lanzafame, presidente AID Cosenza, Luciano Greco, dirigente Ufficio Scolastico Provinciale e Mimmo Lo Polito, sindaco di Castrovillari. Al tavolo dei relatori: Teresa D’Andrea, genitore e volontaria AID sezione di Cosenza che interverrà su “DSA – Testimonianze e analisi dei bisogni del territorio”; Caterina Iannazzo, responsabile U.O.N.P.I.A di Rende, centro di Riferimento DSA A.S.P Cosenza e formatore clinico AID, che si occuperà di: “Percorso diagnostico. Indicazioni utili per la stesura del PDP. Analisi dei dati diagnostici territoriali”. “Apprendere attraverso la lettura, perché può essere così difficile” sarà il tema affrontato da Massimo Ciuffo, assegnista di ricerca sull’implementazione degli strumenti diagnostici per DSA negli adulti all’Università di Messina; Luciana Ventriglia, docente specializzata in Pedagogia Clinica, formatore AID, si occuperà, invece, di: “Rilevazione dei precursori critici dell’apprendimento e osservazione delle prestazioni atipiche dalla scuola dell’infanzia a quella secondaria di II grado”, mentre “DSA: ruolo del pediatra e del medico di famiglia”, sarà il tema trattato da Enrico Guercio, pediatra all’ospedale di Castrovillari.

Al termine dei lavori sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *