Redazione Paese24.it

Rivalutare i beni artistici calabresi, un convegno a Corigliano

Rivalutare i beni artistici calabresi, un convegno a Corigliano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Tutto pronto per il Convegno “Dall’ultima notte di Sybaris all’oro dei Bizantini”, organizzato dall’Ateneo Tradizionale Mediterraneo, in programma sabato 12 settembre alle ore 16,30 presso il Castello ducale di Corigliano.  La dottoressa Maria Antonietta Campolo, delegata dal professor Luigi Pruneti, Rettore dell’Ateneo Tradizionale Mediterraneo, durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento ha spiegato le motivazioni che hanno spinto l’Ateneo a raggiungere la Calabria con quello che pare un progetto di intenti, votato alla valorizzazione e riappropriazione dei beni artistici e culturali della Calabria sparsi un po’ ovunque. Ha sottolineato l’importante giornata che vedrà presenze da diverse parti d’Italia. «Relatori ed esponenti della cultura – ha sottolineato la Campolo – tesseranno un sapiente ricamo cronologico delle epoche passate che dovrebbe rendere fieri i calabresi».

Il programma del convegno, dopo il saluto delle Istituzioni e della dottoressa Maria Antonietta Campolo, ci sarà lì apertura dei lavori con il professor Luigi Pruneti e, a seguire, letture poetiche di Anna Lauria. Interverranno, inoltre, il professor Franco Liguori, Deputazione di Storia Patria per la Calabria; il professor Francesco Filareto,  storico bizantinista; Don Giuseppe Scigliano, direttore dell’Ufficio I.C.R.; il porfessor Mario Vicino, Deputazione Storia Patria per la Calabria; e il professor Luigi Ferrarese. Le relazioni saranno intervallate da brevi video dedicati all’antica Sibari.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *