Redazione Paese24.it

Villapiana, sospeso il servizio trasporto urbano. Piovono critiche sul Comune

Villapiana, sospeso il servizio trasporto urbano. Piovono critiche sul Comune
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Sospeso, senza una giustificazione plausibile, il servizio di trasporto urbano a Villapiana. Lo denuncia l’ex assessore Giuseppe Leone secondo cui le motivazioni addotte dal sindaco Montalti: in primo luogo perchè l’autista che svolgeva finora il servizio avrebbe cambiato mansione ed in secondo luogo perché il servizio sarebbe “in perdita” e quindi non sarebbe rispettato il principio del “costo-beneficio”, secondo Leone sarebbero del tutto pretestuose. Leone, secondo quanto scrive in una nota, sostiene trattarsi solo di pretesti. Per la sostituzione dell’autista suggerisce due soluzioni, o di sostituirlo con l’autista di riserva finora relegato in panchina facendolo diventare titolare, o attingendo alla municipalizzata BSV. Strumentale, secondo l’ex assessore, anche il motivo economico. «Ma perché – si chiede Leone rivendicando il merito di aver istituito il servizio diversi anni orsono – gli altri servizi che il comune eroga ai cittadini sono attivi? Se i servizi erogati fossero attivi non ci sarebbe bisogno neanche di pagare le tasse. Pensate un pò che cuccagna! Sento perciò il dovere di contestare questa assurda decisione e per difendere una conquista fatta con l’aiuto dei cittadini villapianesi che pagano le tasse e che ora perdono un servizio con assurda leggerezza».

Per la cronaca va ricordato che Villapiana si estende sui tre agglomerati urbani: il centro storico, il Lido e lo Scalo, distanti tra qualche chilometro, per cui il servizio di trasporto pubblico, specie per chi non ha la macchina, obbedisce a una logica non trascurabile. «In ogni caso – conclude Leone – il servizio urbano si può ripristinare da domani. Basta che lo vogliano i consiglieri eletti ai quali mi rivolgo e faccio appello: prendete le redini del comando, voi ci avete messo la faccia, siete stati eletti dal popolo e voi dovrete dare conto prima o poi ai cittadini, mentre “gli abusivi” che decidono per voi non devono dare conto a nessuno perché nessuno li ha eletti».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *