Redazione Paese24.it

Rossano. La pioggia crea ancora disagi, quindici famiglie isolate

Rossano. La pioggia crea ancora disagi, quindici famiglie isolate
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

15 famiglie, in località Colagnati a pochi chilometri dal centro storico di Rossano, sono rimaste isolate a causa delle abbondanti piogge che sono cadute, nelle ultime ore, su tutta la fascia jonica cosentina. Il torrente in piena, poi, ha fatto aumentare la preoccupazione negli abitanti del luogo che non possono raggiungere il centro cittadino a causa dei lavori attualmente in corso per ripristinare le strade che sono crollate durante l’alluvione dello scorso 12 agosto.  Il maltempo, ancora una volta, ha messo in ginocchio i diversi comuni dell’intero versante jonico e, in particolare, il comune bizantino. Strade allagate e disagi per i tanti cittadini rossanesi che hanno dovuto accompagnare i loro figli a scuola per l’inizio del nuovo anno scolastico 2015-2016. Tensione alta in città e nell’intera popolazione per il susseguirsi delle piogge, in cui molta gente è rimasta nelle proprie abitazioni, dopo aver appreso la notizia dell’ennesima allerta meteo nell’intera Sibaritide, con la paura che si potesse verificare una seconda alluvione. Il territorio, nonostante l’impegno costante dell’Ente comunale nel voler colmare le diverse emergenze,  rimane ad alto rischio idrogeologico, per cui è necessario che il Governo centrale si faccia carica di questa problematica per evitare ulteriori disastri in futuro. Il primo cittadino di Rossano, da diverse settimane, ha lanciando un appello alle istituzioni regionali e nazionali, affinché possano arrivare i fondi necessari in modo tale da provvedere alla pulizia e alla messa in sicurezza dei torrenti, alla ripulitura dei tombini invasi dal fango, ma anche a ripristinare le strade comunali dove, purtroppo, tante famiglie sono rimaste isolate.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *