Redazione Paese24.it

Parco Pollino, i progetti per il 2014

Parco Pollino, i progetti per il 2014
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Il 2013 è stato l’anno delle emergenze – presenza dei cinghiali nel Parco, incendi, attività post-terremoto – il 2014 sarà l’anno dell’apertura di importanti opere e candidature per beni immateriali e materiali dell’area protetta calabro-lucana». Il presidente dell’Ente Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, fa il bilancio dell’anno appena trascorso annunciando l’inaugurazione di importanti infrastrutture: «il Polifunzionale e la fattoria didattico-rurale a Campotenese; la realizzazione del grande attrattore a Senise, sul versante lucano; il centro servizi a Castrovillari, il museo del Lupo ad Alessandria del Carretto, il rifugio ad alta quota a Campolongo di Lungro, il centro per l’alimentazione a San Basile, l’oasi naturalistica a Francavilla in Sinni (Pz), il museo del Paleolitico a Rotonda (Pz), con il quale si completa tutta la sede del complesso Santa Maria della Consolazione con annesso il parcheggio».

Inoltre, Pappaterra annuncia tre candidature. «Il riconoscimento di Europarc per la Carta Europea del Turismo Sostenibile, la cui candidatura ufficiale è stata presentata insieme ad Ambiente Italia e a Federparchi. Le Gole del Raganello (nei comuni di Civita, Cerchiara, Francavilla Marittima e San Lorenzo Bellizzi) e la Festa dell’Abete (Pita) di Alessandria del Carretto, come patrimonio Unesco dell’Umanità. Il Pollino come geosito ufficiale tra quelli riconosciuti a livello nazionale». Intanto, sono stati già contattati Carlo Tansi del CNR e il geologo Mario Tozzi per mettere in campo un’azione di forte divulgazione nelle scuole.

 Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *