Redazione Paese24.it

Centro anziani “Varcasia” accoglie turisti in visita a Castrovillari

Centro anziani “Varcasia” accoglie turisti in visita a Castrovillari
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

12113115_1736079129954465_1692497717_oL’Associazione Diritti degli Anziani (ADA) di Palermo, diretta dal presidente Gaetano Cuttitta, ieri (4 ottobre), è stata in visita a Castrovillari. Un modo per conoscere il borgo del Pollino, il suo centro storico e le tradizioni più radicate (dal cibo al Carnevale, dal vernacolo a canti e balli tipici).

L’associazione di volontariato è un ente diffuso su tutto il territorio nazionale che «vuole coinvolgere – come ha dichiarato il presidente Cuttitta – attraverso progetti e campagne informative, tutti i soggetti istituzionali e politici per migliorare la qualità della vita degli anziani a partire dalla salute, con particolare attenzione al tema della prevenzione, a favore di attività fisica e ricreativa, fornendo assistenza ai più soli e bisognosi».

12071858_1736079406621104_1780152581_n - CopiaDopo la mattinata trascorsa a Mormanno, i 34 partecipanti hanno continuato il loro tour a Castrovillari, dove, guidati da Gaetano Sangineti, guida ufficiale del Parco del Pollino, sono andati alla scoperta di storia e tradizioni del borgo antico della città. Dal castello aragonese, per i vicoli del centro storico, fino al Protoconvento francescano dove il gruppo folkloristico “Città di Castrovillari” ha allietato gli ospiti con i canti e balli della tradizione. Esibizione molto apprezzata dai partecipanti che sono stati, poi, accolti dal centro aggregazione sociale anziani “Varcasia”, diretto dal presidente Carlo Sangineti. Qui, spazio alla gastronomia castrovillarese con le tipiche “vecchiaredde” e i dolci preparati e offerti per l’occasione dalle donne del centro.

«Soddisfatto» il presidente Sangineti per questa iniziativa, «occasione di scambio culturale tra due città differenti e due centri che operano, entrambi, a tutela degli anziani». Proprio come per Cuttitta, l’augurio, ma soprattutto l’impegno, è quello di «poter intraprendere un gemellaggio e una proficua collaborazione», con la volontà «di ricambiare presto la visita».

 Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *