Redazione Paese24.it

Trebisacce, un milione di euro per la messa in sicurezza dei torrenti Pagliara e Fosso Fiorentino

Trebisacce, un milione di euro per la messa in sicurezza dei torrenti Pagliara e Fosso Fiorentino
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Pronto ad essere cantierizzato, grazie alla sinergia tra il Comune di Trebisacce ed il Consorzio di Bonifica dei Bacini dello Jonio, un finanziamento di oltre 1milione di euro per la messa in sicurezza di due torrenti che solcano minacciosamente il territorio comunale. Si tratta, nello specifico, dei torrenti Pagliara (nella foto) e Fosso Fiorentino, nei confronti dei quali sono previsti lavori di regimazione delle acque meteoriche ed il rinforzo degli argini, per una spesa rispettiva di 590mila euro per il Pagliara e di 468mila per il Fosso Fiorentino. Si tratta, secondo quanto riferisce una nota del Comune, di finanziamenti provenienti dai fondi del “PSR Calabria 2007/2013” tesi a mitigare gli effetti del diffuso dissesto idro-geologico e ad evitare che eventuali nubifragi o bombe d’acqua possano provocare gli allagamenti e i disastri tristemente noti verificatisi altrove di recente.

«Nel confermare la piena e totale sinergia tra amministrazione comunale e Consorzio di Bonifica di Trebisacce, – si legge nella suddetta nota – i progetti esprimono la necessità di salvaguardare e difendere il territorio, realizzando opere di prevenzione e sistemazione dei bacini idrici all’interno del territorio comunale, anche in previsione della imminente stagione invernale». Il sindaco Franco Mundo, nell’apprezzare il contributo determinante dell’ente irriguo, ha ringraziato il presidente Marsio Blaiotta «per la disponibilità e sensibilità dimostrata, auspicando che si possa lavorare sempre in questa ottica anche per il futuro e che la collaborazione intrapresa da più anni possa continuare a produrre effetti positivi a beneficio di tutto il comprensorio, confermando così il ruolo del Consorzio di Bonifica quale garante, insieme agli enti locali, delle politiche ambientali e di tutela del territorio».

Pino La Rocca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *