Redazione Paese24.it

Rossano. Rischiano il posto di lavoro, operai Enel in protesta su ciminiera

Rossano. Rischiano il posto di lavoro, operai Enel in protesta su ciminiera
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Protestano alcuni lavoratori della centrale Enel di Rossano. Nella mattinata del 7 ottobre sei operatori, che lavorano all’interno dell’impresa di manutenzione del sito di Rossano, sono saliti su uno degli anelli più alti della ciminiera, a circa 60 metri da terra, in segno di protesta. I sei, infatti, sono a rischio licenziamento, ma non sono i soli a incorrere in questo pericolo. Secondo Giuseppe Guido, segretario comprensoriale della Cgil, «i lavoratori che rischiano il posto sono 40 ed entro fine anno saranno mandati a casa».

Nel frattempo, il portavoce del movimento “Terra e Popolo”, Flavio Stasi, ha espresso la sua solidarietà ai lavoratori della centrale termoelettrica, specificando che è pronto a presentare «una proposta seria per il rilancio del sito che tiene conto delle esigenze del lavoro, ma anche del territorio e dell’azienda. Una proposta su cui è necessario che si unisca l’intero territorio, le categorie, le associazioni e le istituzioni».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *