Redazione Paese24.it

Allarme criminalità a Crosia, presto consiglio comunale ad hoc

Allarme criminalità a Crosia, presto consiglio comunale ad hoc
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Allarme criminalità a Crosia. Da alcune settimane, infatti, sono aumenti gli episodi di delinquenza nella città del basso jonio cosentino. L’apice è stato toccato qualche giorno fa, con l’intimidazione ai danni di un imprenditore cittadino, due automobili in fiamme davanti alla sua abitazione.  Il clima di paura che si respira in città non ha lasciato indifferente il mondo politico. Il capogruppo del Pd all’interno del consiglio comunale, Santo Seminario, ha evidenziato come i reati in questione non sono «dei semplici furtarelli nelle campagne e negli appartamenti che, ahinoi, non fanno più notizia. Oggi si tratta di furti anche di mezzi meccanici e attrezzature sottratti a imprese del posto che danno lavoro e, tali atti, sono delle vere e proprie azioni intimidatorie oppure il classico “cavallo di ritorno” verso queste imprese, che vanno tutelate e difese insieme a tutti quelli che subiscono furti e minacce di vario tipo».

Seminario, attraverso una missiva, ha chiesto al sindaco di Crosia, Antonio Russo, la convocazione di un consiglio comunale ad hoc, con la partecipazione delle forze politiche, delle associazioni e dei comitati, per «reagire a questi episodi e garantire legalità e giustizia».

Il primo cittadino di Crosia ha accolto favorevolmente la richiesta dei gruppi di minoranza, esprimendo inoltre solidarietà agli operatori economici vittime degli spiacevoli episodi. «Il susseguirsi di queste parentesi di inciviltà e arroganza – ha affermato Russo attraverso un comunicato stampa – minano di fatto la serenità dell’intera collettività, insieme a quella di quanti ne sono vittime. Ma non attecchiscono su una popolazione che ha sempre camminato a testa alta, facendo della legalità un principio cardine».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *