Redazione Paese24.it

Castrovillari. “Frontiere aperte” al Calàbbria Teatro Festival

Castrovillari. “Frontiere aperte” al Calàbbria Teatro Festival
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Nella prima giornata performance di danza "Attraverso" e inaugurazione della mostra pittorica

Download PDF

E’ partito il conto alla rovescia per il via ufficiale della quinta edizione del Calàbbria Teatro Festival, manifestazione culturale ideata dall’associazione Khoreia 2000. Si parte mercoledì (14 ottobre) alle ore 18.30 con l’inaugurazione della mostra pittorica, allestita nella Sala delle Arti, dedicata alla memoria di Anna Paternostro in Donadio – amica del festival scomparsa prematuramente – le cui opere, nel penultimo giorno del festival, saranno messe all’asta per devolvere parte del ricavato all’Associazione Volontari Ospedalieri di Castrovillari. Esporranno in questa collettiva gli artisti dell’Arte Studio di Grosseto di Manuela Vannini (Agnese Martino, Silvia Scheggi, Tiziana Fratini e Anna Fommei) ed artisti locali (Angela Micieli, Rosa Gugliotta, Debora Ferraro, Fabio Maestripieri).

Nella prima giornata la scena dello spettacolo sarà riservata alla perfomance di danza “Attraverso, a cura dello studio danza di Khoreia 2000, con le coreografie di Rosy Parrotta e con Roberta Cera, Martina Daniele, Nicole Farina, Natalia Fiore, Chiara Greco, Laura Greco, Natalia Muzzalupo, Samanta Sallustio. Un viaggio a passo di danza sul filo delle note dei brani musicali che accompagnano l’evoluzione artistica delle danzatrici, in un dialogo immaginario tra danzatori e pubblico che si muove tra le geometrie nello spazio e gli stati d’animo evocati. Nel corso del convivium serale – il Dopofestival – cucina identitaria e musica con i Sabatum Quartet che riceveranno da Rosy Parrotta (nella foto), direttore artistico, e Angela Micieli, direttore organizzativo, il premio Frontiere Aperte come gruppo musicale che meglio rappresenta l’idea di contaminazione che guida Khoreia 2000 nella sua visione dell’arte e della cultura.

Giovedì 15 ottobre, alle ore 18.30, la presentazione del libro “Vento dautunno” di Dedo Di Francesco, e il primo spettacolo teatrale della rassegna “Scompaio” a cura di Ovatta Armata, compagnia di Roma che da sei anni si occupa esclusivamente di teatro sociale dedicato alle figure femminili. Lo spettacolo, per la regia di Alfredo Agostini, vede interpreti Francesca Romana, Miceli Picardi e Manola Rotunno. Nel Dopofestival sarà protagonista la musica di Dedo Di Francesco.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *