Redazione Paese24.it

Castrovillari, in scena il Festival dei Corti Teatrali

Castrovillari, in scena il Festival dei Corti Teatrali
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il coraggio di un uomo che diventerà leggenda. I genitori che smettono di diventare punto di riferimento per i figli. Un padre mafioso che fa uccidere la figlia. Un racconto sulla vita d’infanzia. Così parte oggi (17 ottobre), alle ore 20.30, il Festival dei Corti Teatrali all’interno del Calàbbria Teatro Festival, organizzato da Khoreia 2000 nel Protonvento Francescano di Castrovillari per la direzione artistica di Rosy Parrotta. Quattro le opere in visione nella prima delle due giornate in cui sia la giuria tecnica – formata dalla giornalista e scrittrice Ilaria Guidantoni, l’attrice Diletta D’Ascia, e l’attore e regista Massimo Belli – ed il pubblico potranno votare gli spettacoli al fine di decretare il vincitore della seconda edizione del festival unico nel suo genere al Sud, evento autorizzato dal Festival Nazionale dei Corti Teatrali.

Un uomo giusto con Davide Mattei narra la storia vera di un medico che riesce a salvare centinaia di ebrei dalle continue retate tedesche durante la seconda guerra mondiale. Scuola Discount con Raffaella Agate, spettacolo selezionato per la 7ª edizione del Festival “Corteggiando” di Piacenza, affronta il tema della scuola in sui si vende e si promoziona tutto. L’insegnante che racconta la storia cerca di reagire all’apocalisse che la circonda. Sono le storie che fanno paura ai mafiosi con Franco Bruno racconta la storia vera di Lia Pipitone, giovane donna palermitana fatta uccidere dal padre il 23 settembre 1983, perché i suoi comportamenti stavano mettendo a disagio lui e la cosca mafiosa a cui faceva riferimento. Volevo salire sull’altalena di e con Marco Mittica ci riporta su una panchina punto di osservazione della vita personale dell’autore. La quarta giornata del festival vedrà, inoltre, alle ore 17.00, la presentazione del libro “Razzismo migrante e strutture clandestine di Maurizio Alfano alla presenza dell’autore e dell’assessore alla cultura del Comune di Castrovillari, Angela Lo Passo, con il coordinamento di Eliana Bruno. Alle ore 18.00, l’asta di beneficienza delle opere in mostra nella Sala delle Arti e dedicata alla memoria di Anna Paternostro in Donadio. Il ricavato dell’asta andrà in parte devoluto all’Associazione Volontari Ospedalieri di Castrovillari. Dopo gli spettacoli il consueto dopofestival con la musica di Dino Cozza ed una speciale sala da Thè.

Domani (domenica), gli altri cinque spettacoli in concorso per il Festival dei Corti Teatrali.

La redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *