Redazione Paese24.it

Il film di Simona Izzo a Rossano. «Innamorata di questa città. Ritorneremo per altre riprese»

Il film di Simona Izzo a Rossano. «Innamorata di questa città. Ritorneremo per altre riprese»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

In occasione delle riprese del film dal titolo: “Festa di una famiglia allargata” nella città di Rossano, prodotto da Massimo Ferrero, abbiamo intervistato l’attrice e regista Simona Izzo.

Signora Izzo, intanto, le diamo il benvenuto nella città del Codex. Come mai ha scelto il centro storico bizantino, quale location ideale, per girare alcune scene del suo nuovo film? “Facendo un sopralluogo nei mesi scorsi in Calabria, grazie ai responsabili della Film Commission, mi sono innamorata fin da subito di questo incantevole luogo con un centro storico che ti rapisce completamente, grazie ai suoi meravigliosi palazzi gentilizi, piazze, chiese e ad un ricco patrimonio artistico da essere tutelato negli anni. Ho trovato una città incantevole e con una cattedrale stupenda. L’accoglienza, poi, è stata straordinaria dove ho vissuto giornate emozionanti ed indimenticabili. Un grazie particolare, oltre all’amministrazione comunale di Rossano e al sindaco Antoniotti, anche alla nobile famiglia Greco che mi ha permesso di girare gran parte delle scene, all’interno del loro antico palazzo gentilizio, dove si è svolta la cena in occasione del 18esimo compleanno del figlio dei protagonisti del film in cui si vivono momenti tragici e divertenti.”

Ci darebbe qualche anteprima sulla trama del film dal titolo: Festa di una famiglia allargata? “Premetto che Festa di una famiglia allargata è una commedia corale divertente, ma, allo stesso tempo, dolorosa. In un certo senso si potrebbe definirla una commedia bipolare, così come è la vita, tragica e divertente, come la luce del giorno che lascia il posto alla notte, l’estate all’inverno, la giovinezza alla vecchiaia. Una commedia lunatica in cui la storia racconta le vicissitudine di una grande famiglia allargata che si ritrova in una grande villa di famiglia, per il diciottesimo compleanno di Lorenzo, figlio di genitori separati da tempo, che ora convive con la mamma e con il papigno Max. Per l’occasione si riunirà l’intera famiglia allargata, con ex mariti, ex mogli, ex suocere, nuovi fidanzati, sorelle….ma ciò che sarà servito saranno soprattutto i sentimenti e, di conseguenza, gli inevitabili rancori. Ci tengo a sottolineare come questo film racconti fondamentalmente la storia di costume dell’Italia intera. Lo dico perché il nostro Paese è da sempre a conduzione familiare, unico al mondo. La famiglia protagonista del film affonda in una crisi dei sentimenti, ma anche sociale ed economica. Vorrei ringraziare, in modo particolare, Massimo Ferrero che mi ha dato la possibilità di realizzare questo nuovo film che è ispirato al mio libro, edito da Mondadori nel 2012, dal titolo: Baciami per sempre. Diario di una famiglia allargata.”

Ritornerà in Calabria e in questo incantevole luogo per altre produzioni cinematografiche? “Sicuramente. Questo è stato soltanto il primo step di una lunga serie. Sono così innamorata della vostra splendida terra e di questi luoghi incantevoli che, sicuramente, ritornerò per girare altri ed importanti film anche in futuro. E’ nostra intenzione promuovere, attraverso una serie di produzioni cinematografiche, questa meravigliosa regione del sud Italia in modo tale da contribuire alla sua crescita. Mi sono innamorata così tanto di questa terra che ritornerò ben volentieri sia per realizzare altri film e sia per trascorrere le proprie vacanze. Vorrei sottolineare che, in questi giorni vissuti in Calabria, ho avuto la possibilità di scoprire da vicino dei luoghi incantevoli ed ho mangiato così bene grazie alle numerose e succulenti pietanze dell’ottima cucina calabrese. Straordinaria, poi, la generosità della gente del luogo che ci ha riservato un’accoglienza indescrivibile. Grazie a tutti.”

Possiamo affermare che un pezzo di Calabria è già entrata nel suo cuore? “Senza alcun dubbio. Sono ormai legata alla Calabria, come una cozza allo scoglio, per cui già da domani, in cui dovrò raggiungere Roma per altri impegni di lavoro, mi mancherà questa magnifica terra dove ho trovato persone splendide ed in cui ho vissuto, insieme agli attori del casting e all’intera troupe, giornate indimenticabili. Grazie ai calabresi e, soprattutto, a voi giornalisti per l’attenzione che avete riservato, in questi giorni e attraverso i mass-media, alla nostra produzione.”

Ci sono, infine, dei ringraziamenti da fare? “Sono tanti i ringraziamenti che vorrei fare: dalla produzione all’intero casting, dal produttore Massimo Ferrero ai miei validi collaboratori, dalla Regione Calabria ai sindaci dei comuni (Rossano, Roseto Capo Spulico e Villapiana) che ci hanno permesso di realizzare le riprese del film. Un ringraziamento particolare, poi, vorrei rivolgerlo alla nobile famiglia Greco di Rossano che ci ha concesso il loro palazzo gentilizio in cui abbiamo girato le scene più importanti del film.”

Antonio Le Fosse

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *