Redazione Paese24.it

A Longobucco un Parco avventura

A Longobucco un Parco avventura
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Questione di pochi mesi e a Longobucco sarà inaugurato un Parco avventura. Nel 2016, infatti, a Manca di Scrofa, zona Fossiata, verrà aperto al pubblico il Parco avventura – Percorso vita e sci di fondo. Il Parco è stato progettato su una struttura già esistente e da moltissimo tempo in stato di totale degrado. Realizzato circa 30 anni fa con un investimento pubblico di 1,5 miliardi di vecchie lire, dotato di anfiteatro, sentieri, campi da minigolf, il sito era stato letteralmente abbandonato, dimenticato e completamente coperto dalla vegetazione. Il recupero da parte della Giunta Stasi è stato possibile grazie ad un finanziamento, rientrato tra i sei PISL recuperati sui 12 Sila Mare, con Mandatoriccio comune capofila, di 400 mila euro. L’amministrazione comunale provvederà poi ad affidare la gestione del Parco, mediante gara, a privato o al mondo dell’associazionismo. Il Parco avventura è solo una parte di un progetto più ampio che prevede, per un investimento di 2,5 milioni di euro, la realizzazione di  piste di sci di fondo, un laghetto artificiale per pesca sportiva e altane per lo studio della fauna.  Nel più ampio progetto volto alla valorizzazione delle risorse naturali e paesaggistiche silane ricadenti nel territorio di Longobucco, portato avanti in sinergia con l’Ente Parco della Sila guidato da Sonia Ferrari, si inseriscono anche il Percorso vita e la realizzazione di un arboreto di 70 ettari: un vecchio vivaio degli anni 50, oggi il terzo punto più importante dopo quello di Cupone e Fallistro, con 12 sentieri per escursionisti. Il progetto prevede anche la realizzazione di una riserva per lupi.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *