Redazione Paese24.it

Trebisacce, cittadini protestano per le antenne Wi-Fi sulla Fornace

Trebisacce, cittadini protestano per le antenne Wi-Fi sulla Fornace
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

L’esposizione prolungata ai campi elettromagnetici fa paura e, seppure gli amministratori facciano finta di non sapere niente, i cittadini di Trebisacce protestano e si ribellano utilizzando tutti i mezzi leciti per pretendere di essere messi al riparo dai pericoli dell’inquinamento atmosferico. Ecco allora che, dopo aver firmato la petizione contro una compagnia di telefonia mobile che voleva installare un ripetitore nel bel mezzo del paese, i cittadini si sono ribellati a una un’altra fonte di inquinamento costituita da ben 4 antenne  per Internet WIFI installate, pare dalla Prefettura, sulla sommità dell’antico ciminiero delle Fornace (nella foto) che, con i suoi circa 50 metri d’altezza, si presta molto bene alla diffusione delle onde elettromagnetiche.

wifi ciminiera trebisacceUno di loro, che abita nei pressi della Fornace e che ha verificato di persona la diffusione di onde elettromagnetiche fino alla distanza di 250 metri, nel mese di giugno ha consegnato al protocollo del comune un’istanza di rimozione delle antenne sottoscritta da un centinaio di cittadini. Finora però il Comune ha fatto sapere solo di aver dato incarico ad un tecnico del luogo per verificare eventuali anomalie. Troppo poco per tranquillizzare i cittadini, anche perché i disturbi delle emissioni-radio, secondo quanto lamentano, interferiscono con il segnale delle antenne della TV, anch’essi digitali, provocando frequenti interruzioni di segnale «non consentendo – si legge nell’istanza – ai residenti del quartiere che pagano regolarmente un canone che fra poco finirà in bolletta, di fruire correttamente del servizio pubblico».

Ma, secondo questi cittadini, al danno dell’esposizione alle onde elettromagnetiche, si unisce la beffa, perché le quattro antenne sarebbero collegate alla rete elettrica pubblica senza alcun contatore, per cui il comune, e quindi i cittadini, devono farsi carico anche di pagare il consumo dell’energia elettrica che alimenta le antenne. «Comunque – si legge in conclusione nell’istanza – il problema principale è la salute dei cittadini».

Pino La Rocca

Share Button

2 Responses to Trebisacce, cittadini protestano per le antenne Wi-Fi sulla Fornace

  1. Luigi 2015/10/23 at 04:51

    “CON LE FIRME NESSUNO LI FERMA”

    Gli interessi della COLLETTIVITA’ non prevarranno mai su quelli dei singoli, questo è l’amaro destino di questa MARTORIATA iTALIA (volutamente minuscolo )
    orfanodipatria

    Rispondi
  2. angelo 2015/10/23 at 15:38

    Trebisacce deve avere il coraggio di cambiare…
    era messa cosi solo nel dopoguerra!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *