Redazione Paese24.it

Cerchiara, “La grande festa” per Dacia Maraini

Cerchiara, “La grande festa” per Dacia Maraini
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

“La grande festa con Dacia”. Questo il titolo della manifestazione vissuta domenica dalla comunità di Cerchiara che ha avuto come ospite Dacia Maraini. L’iniziativa era rivolta a celebrare l’opera letteraria e teatrale della grande scrittrice, facendo memoria di un altro importante autore italiano Pier Paolo Pasolini che alla Maraini fu legato da profonda amicizia.

La Maraini con la sciarpa blu affianco al sindaco Carlomagno

L’evento ha preso il via in mattinata in Piana di Cerchiara dove la Maraini, insieme alla scrittrice cariatese Assunta Scorpiniti, ha presentato l’ultimo suo libro, appunto “La grande festa”, attraverso una conversazione a due che ha toccato momenti di rara intensità quando l’autrice ha svelato il suo pensiero riguardo alla vita e alla morte, tra sogno e ricordi vivissimi di persone amate, come il padre Fosco, la sorella Yuki, Alberto Moravia e lo stesso Pasolini.

Nel pomeriggio la Maraini (che è presente con un suo componimento nel percorso in versi tra i vicoli del centro storico di Rocca Imperiale, il “Paese della Poesia”, ndr)  ha fatto da madrina all’intitolazione di una piazza a Pasolini nel cuore di Cerchiara. E quindi, a seguire, l’intervento del sindaco Carlomagno sul valore dell’iniziativa, la presentazione dell’opera dell’artista Ivan Donato, quindi, condotto da Loredana Martufi, il recital “Sprazzi di poesie all’improvviso”. In serata, infine, presso la Chiesa di S. Antonio da Padova, è andato in scena lo spettacolo “ i Digiuni di Santa Caterina da Siena” scritto dalla stessa Maraini.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *