Redazione Paese24.it

Morano. XV Stagione TeatroMusica dedicata a Napoli, terra di cantori

Morano. XV Stagione TeatroMusica dedicata a Napoli, terra di cantori
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Interamente dedicata al fascino della città di Partenope, terra di cantori e depositaria della grande tradizione teatrale, è la XV Stagione di TeatroMusica, che ha preso il via domenica 8 novembre e terminerà il 17 aprile 2016. La rassegna è il risultato dell’incessante e proficuo lavoro del gruppo teatrale L’Allegra Ribalta, presieduto da Massimo Celiberto, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune, l’Orchestra di Fiati di Morano, la Regione e la Provincia di Cosenza, il Parco Nazionale del Pollino. Un “sogno culturale” come lo ha definito Emilia Zicari, assessore alla cultura, nonché vicepresidente de L’Allegra Ribalta, “che dal 1994 contribuisce fortemente alla crescita socio-culturale del territorio”. Reso ancora più accogliente dai lavori di efficientemente energetico, l’Auditorium comunale accoglierà tutti e tredici gli spettacoli che animeranno questa quindicesima stagione, spettacoli che omaggeranno Napoli ed i suoi grandi autori. “Nonostante le poche risorse a disposizione questa Stagione avrà una marcia in più rispetto alle precedenti – ha detto il direttore artistico Franco Guaragna. Le sorprese non mancheranno e quest’anno abbiamo l’onore di ospitare nel nostro cartellone compagnie teatrali molto apprezzate e di ottima qualità”. Poi il sindaco Nicolò De Bartolo ha espresso tutta la sua gratitudine per chi si prodiga per la buona riuscita della manifestazione, vero e proprio fiore all’occhiello della comunità moranese, in primis L’Allegra Ribalta e quindi gli sponsor e tutti i cittadini che partecipano a vario titolo. “TeatroMusica vive grazie al cuore grande dei moranesi e rappresenta un offerta destagionalizzata che grazie alla sua bontà qualitativa riesce nell’importante obiettivo di valorizzare il nostro paese, uno dei borghi più belli d’Italia” – ha dichiarato il primo cittadino.

La locandina

La locandina

Inalterato rispetto allo scorso anno il costo dei biglietti, fissato a 7,00 euro, mentre l’abbonamento a dieci spettacoli costa 50,00 euro. Dopo la breve presentazione si è entrati subito nel vivo della stagione con il primo appuntamento in cartellone: “Le donne di Napoli”, con Marco Palmieri e Andrea Facciuti, briosa e spumeggiante prova d’attore en travestì che ha deliziato e strappato applausi a scena aperta al numeroso pubblico presente. La stagione prosegue domenica 15 novembre alle 18,30 con L’Allegra Ribalta che presenta “Reality Show allegri e ribaltati”, seguirà la replica domenica 22 novembre. “Non vi resta che ridere” di Salvatore Picerno è il titolo in programma il 29 novembre, protagonisti gli attori della compagnia barese “La Smorfia teatro”. A dicembre tre appuntamenti; si inizia domenica 6 con la compagnia napoletana “Ma chi mò ffa fa” che mette in scena “Le reliquie di Santa Giacinta”, si prosegue il 13 con “Non sono un gigolò” di Sasà Palumbo, nell’allestimento della compagnia “Teatro Bolivar” di Napoli per arrivare al 26 e 27 con il “Concerto di Natale” eseguito dal Coro Polifonico e dall’Orchestra di Fiati di Morano Calabro (spettacolo fuori abbonamento). L’anno nuovo si apre con il “Teatro dei Dioscuri” di Salerno che il 10 gennaio presenta “A scaricabarili” di Pasquale Petito. Domenica 17 gennaio è la volta della compagnia castrovillarese Aprustum che si cimenta con un testo di Raffele Viviani “’A morte ‘e Carnevale” mentre il 31 dello stesso mese tocca alla compagnia napoletana “Teatro mio” che porta all’auditorium “I casi sono due” di Armando Curcio.  A febbraio, il 21, gli attori baresi de “La banda degli Onesti” presentano il capolavoro omonimo di Camillo Mastrocinque. Fuori abbonamentoil 12 ed il 13 marzo “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, opera in forma scenica eseguita dall’Orchestra di Fiati Di Morano. Ad aprile, domenica 3,la compagnia “Ellemmeti” di Napoli va in scena con la commedia “Ti scoccia se ti chiamo amore?” di Luca Giacomazzi e il 10, con replica la domenica successiva, chiude la quindicesima stagione di TeatroMusica un classico di Eduardo Scarpetta “’O miedeco d’e pazze”, portato in scena da L’Allegra Ribalta.

La redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *