Redazione Paese24.it

Trebisacce, atti vandalici sul lungomare. Occhi puntati su studenti che “marinano” la scuola

Trebisacce, atti vandalici sul lungomare. Occhi puntati su studenti che “marinano” la scuola
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nella notte tra sabato e domenica, o forse anche nei giorni precedenti, ignoti si sono accaniti sui muretti del lungomare di Trebisacce, lato nord. Una quindicina di piastre di marmo granitico sono state divelte e gettate sulla spiaggia sottostante (nella foto), assieme ad alcune tabelle segnaletiche. Il gesto vandalico è stato scoperto domenica mattina. Anche in altre occasioni il lungomare cittadino era stato oggetto di questo tipo di “attenzioni”, ma questa volta il danno sembra essere più ingente. Lo sradicamento delle lastre, lunghe circa 2,5 metri, richiede sicuramente uno sforzo di più persone. Amareggiato il sindaco Franco Mundo, ha sporto denuncia contro ignoti.

«Questi atti vandalici – ha commentato il primo cittadino – oltre a deturpare l’ambiente, offendono la città di Trebisacce». Il sindaco ha invitato i cittadini a segnalare alle Forze dell’Ordine o anche al Comune stesso eventuali indizi utili per risalire agli autori dell’insano gesto. «Ciò che dispiace – continua Mundo – è che da informazioni assunte, pare che gli autori nei giorni e tempi passati siano stati anche giovani studenti che, marinando la scuola, non trovano di meglio che impiegare il proprio tempo a danneggiare opere pubbliche». Ma a questo punto è lecito chiedersi: come mai, se la scuola si “marina” in pieno giorno e la zona interessata è comunque trafficata, nessuno si sia accorto di nulla? O, cosa ancor più grave, qualcuno ha fatto finta di non vedere?

Vincenzo La Camera

 

 

Share Button

One Response to Trebisacce, atti vandalici sul lungomare. Occhi puntati su studenti che “marinano” la scuola

  1. luigi 2015/11/24 at 03:11

    Cari “CIVILI”
    Con questo gesto avete dimostrato il vostro “ELEVATO” grado di CULTURA e di CIVILTA’……………………

    (VI VONU CADI I MANU)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *