Redazione Paese24.it

Giubileo, il santuario di Castrovillari aprirà la sua Porta Santa

Giubileo, il santuario di Castrovillari aprirà la sua Porta Santa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
12345503_1133169033359964_7455638517027653575_n

La facciata del santuario

Nel santuario della Madonna del Castello, luogo di culto castrovillarese, domenica (20 dicembre), alle ore 18, verrà aperta la Porta Santa, alla presenza del vescovo della Diocesi di Cassano all’Ionio, mons. Francesco Savino. Ad annunciarlo con gioia, il rettore del santuario, don Carmine De Bartolo, durante la santa messa, oggi, nel giorno dell’Immacolata. Quasi in contemporanea, Papa Francesco apriva la Porta Santa della basilica di San Pietro, dando inizio, così, al Giubileo straordinario dedicato alla Misericordia. Il santuario della Madonna del Castello è, dunque, tra i luoghi di culto del Giubileo, e potrà mostrarsi ai pellegrini in tutta la sua bellezza. La bellezza della luce divina che, forse, troppo spesso è stata messa da parte per parlare della frana che ha colpito il colle su cui sorge la chiesa.

12234856_1123759627634238_5484900876386322821_n

La sala per i pellegrini

E così, da oltre tre anni, la strada è dissestata, i fedeli sono costretti a raggiungerla a piedi, perché è inaccessibile al transito delle automobili, ma – come lo stesso don Carmine ha ricordato – non alle persone. Al di là di quella strada dissestata c’è il santuario. Luminoso e accogliente. E c’è un lavoro costante del suo rettore e dei suoi devoti, nel silenzio, per renderlo sempre più bello. Una nuova sala conferenze, un vecchio ristorante trasformato in sala per i pellegrini durante l’anno giubilare. Tutto questo per accogliere i fedeli. Al di là di quella strada dissestata e di quella frana.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *