Redazione Paese24.it

Diocesi di Cassano. Nasce la “Casa della Misericordia”, segno concreto del Giubileo

Diocesi di Cassano. Nasce la “Casa della Misericordia”, segno concreto del Giubileo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Promuovere la libertà personale e sociale per il bene comune; avviare servizi socio-sanitari a vantaggio delle persone più fragili integrando offerte lavorative con pratiche gratuite di volontariato; sviluppare la coesione sociale attraverso la sperimentazione di forme mature di dialogo e di partecipazione; attivare processi culturali che creino fiducia e valorizzazione delle  risorse umane. E’ con questi obiettivi che, per volontà del vescovo della Diocesi di Cassano all’Ionio, mons. Francesco Savino, nasce la Fondazione di ComunitàCasa della Misericordia, frutto dell’incontro tra la Fondazione “Rovitti” e il Seminario Diocesano.

«La “Casa della Misericordia” – si legge in una nota della Diocesi – è un atto di amore verso il territorio della Calabria e, in particolare, verso la Diocesi di Cassano all’Ionio perché nasce come strumento di sviluppo umano che accompagni l’innovazione delle interconnessioni tra sistema educativo, welfare, sistemi di produzione, conoscenze dei saperi, anche tecnologici, e patrimonio tradizionale della comunità locale. La Fondazione di Comunità è un segno concreto del Giubileo Straordinario della Misericordia appena iniziato, che – continua la nota – guarda al cambiamento possibile del territorio. La “Casa della Misericordia” vuole rilanciare la speranza, favorendo scelte e prassi di economia sociale e solidale capace di inglobare gli esclusi, i drop-out, perché trovino piena cittadinanza, e si prefigge di tessere una rete reale tra attori, sia pubblici che privati, attingendo il principio di sussidiarietà verticale e orizzontale dalla dottrina sociale della Chiesa».

Federica Grisolia

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *