Redazione Paese24.it

Cassano, equivoci e tradimenti al teatro. Arriva Paola Gassman

Cassano, equivoci e tradimenti al teatro. Arriva Paola Gassman
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Ancora un appuntamento in cartellone per la sesta stagione teatrale a Cassano Jonio. Mercoledì alle 21 sul palcoscenico del teatro comunale lo spettacolo dal titolo: “Due Dozzine di rose Scarlatte” (nella foto) di Aldo De Benedetti per la regia di Maurizio Panici, interpretato da Paola Gassman e PietroLonghi. Completano il cast,  Pierre Bresolin ed Elisa Gallucci. Le scene sono di Mario Amodio, i costumi di Lucia Mariani, le musiche originali di Stefano Saletti e le luci di Franco Ferrari.

La commedia è stata scritta nel 1936 da Aldo De Benedetti per Vittorio De Sica e Giuditta Rissone. Considerato uno dei capisaldi di quella corrente nota come “commedie dei telefoni bianchi”, in cui le schermaglie coniugali e le quotidianità delle famiglie italiane si affrontavano con leggerezza e vivacità, il testo di De Benedetti conta un’innumerevole quantità di trasposizioni teatrali e cinematografiche, ufficiali e non. Lo spettacolo è un  intramontabile successo di umorismo raffinato e di sensualità galante e discreta.

Con il linguaggio di oggi potremmo dire che “il virtuale” si dimostra superiore al “reale”. E forse proprio oggi che la comunicazione avviene in gran parte attraverso internet, facebook, avatar e immagini virtuali, siamo in grado di comprendere il perché del successo universale di questa bella commedia che parte da un mazzo di rose rosse  che, destinato da un marito ad un tradimento coniugale, finisce per equivoco alla propria moglie. Lusingata dal misterioso spasimante la donna ingelosisce il marito mettendo in crisi il proprio matrimonio. Ma tutto è immaginato, virtuale, sognato. Quando la realtà irrompe di nuovo al termine del volo fantastico, tutti, felicemente infelici, la accettano di buon grado.

Leonardo Guerrieri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *