Redazione Paese24.it

Oriolo, Palazzo di Città intitolato all’ex sindaco Giuseppe Maria Basile

Oriolo, Palazzo di Città intitolato all’ex sindaco Giuseppe Maria Basile
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Esponente di spicco della DC provinciale, contribuì all'emancipazione di Oriolo e dell'Alto Jonio

Download PDF

Il Palazzo di Città di Oriolo sarà presto intitolato all’ex sindaco, il compianto Giuseppe Maria Basile. La decisione è stata ufficializzata nell’ultima riunione di Giunta, coordinata dal sindaco Giorgio Bonamassa, ed ora prima di procedere con la cerimonia è attesa l’autorizzazione del Prefetto, così come previsto dalla legge. Giuseppe Maria Basile (nella foto), nato ad Oriolo nel 1938 e deceduto nel 1993, è stato un personaggio politico di spicco della Democrazia Cristiana (di cui il padre Francesco fu uno dei fondatori del partito a livello provinciale) ricoprendo, a carattere locale, importanti ruoli dirigenziali. Ancora oggi Oriolo ricorda con stima e affetto l’operato lungimirante del suo sindaco, grazie al quale il piccolo comune jonico ha vissuto anni di lustro, ormai lontani. Un’opera su tutte: il 2^ lotto della Ss 481 che in quindici minuti collega Oriolo con la Ss 106 e che oggi resta l’ultima àncora di salvataggio di un paese a forte rischio spopolamento.

Giuseppe Maria Basile si laurea in Giurisprudenza a Palermo per poi svolgere il ruolo di impiegato presso l’Inps di Cosenza. La carriera politica di Peppino Basile, come amano chiamarlo gli amici, inizia nei primi anni ’70 nella Cisl-Inps Cosenza e come segretario della sezione dello “scudo crociato” ad Oriolo. E’ anche dirigente dell’assessorato regionale al Lavoro. Diventato sindaco nel 1975 contribuì, con l’avvio di importanti opere infrastrutturali e lavori di consolidamento dell’abitato, a frenare il trasferimento parziale del paese. Basile è ricordato ancora oggi in tutto il comprensorio come un politico che ha davvero operato per il bene comune, lontano dalle luci della ribalta, contribuendo in maniera sostanziale all’emancipazione di Oriolo negli anni ’70 ma anche di tutto l’Alto Jonio per il quale si spendeva a Cosenza come consigliere provinciale, dov’è stato capogruppo DC. Dal 2012 anche il laboratorio di Informatica della Scuola Secondaria di Primo Grado è intitolato a Giuseppe Maria Basile, per volere del Dirigente scolastico Vincenzo Gerundino, che il giorno del suo pensionamento ha voluto regalare agli studenti il ricordo di un politico di altri tempi.

«L’intitolazione del Palazzo Comunale – dichiara all’unisono la Giunta del Comune di Oriolo – vuole essere un riconoscimento al suo sacrificio di uomo e di politico che ha segnato, insieme ad altri importanti uomini e amministratori oriolesi, gran parte della storia del nostro paese e della nostra comunità».

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *