Redazione Paese24.it

Finanziamenti ministeriali. Nella lista anche la chiesa di Oriolo e un antico palazzo di Trebisacce

Finanziamenti ministeriali. Nella lista anche la chiesa di Oriolo e un antico palazzo di Trebisacce
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Della pioggia di finanziamenti (circa 300milioni di euro) elargiti nell’ambito del piano triennale dal ministero per i Beni e le Attività culturali e Turismo guidato dal ministro Franceschini e destinati al recupero del patrimonio culturale nazionale, ben 3milioni e 620mila euro sono finiti alla Calabria e, tra quelli riguardanti l’Alto Jonio cosentino, 250mila euro sono stati destinati alla Chiesa Matrice “San Giorgio Martire” di Oriolo (nella foto) e 75mila euro al “Palazzo Massafra” di Trebisacce. Si tratta, da quanto si apprende dal sito del Ministero, di risorse nuove e immediatamente disponibili, che hanno già avuto il via libera del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e che tengono conto delle esigenze e delle segnalazioni venute dai territori e contribuiranno al rilancio dell’economia.

“Un investimento di 300milioni di euro per 241 interventi in tutta Italia – ha dichiarato il ministro Franceschini – che ha confermato come la cultura sia tornata al centro della politica nazionale. Dall’arte all’archeologia, dalle biblioteche agli archivi, dai musei alle eccellenze del restauro, non c’è settore dei beni culturali che non stia ricevendo un impulso significativo in termini economici e politici da questo governo». C’è soddisfazione ovviamente da parte degli amministratori locali di Oriolo e Trebisacce che si sono spesi per ottenere i finanziamenti. Più corposo quello di Oriolo anche perché, secondo quanto ha rivelato il vice-sindaco Vincenzo Diego che ha inteso ringraziare il ministro Franceshini, l’alto Funzionario del Ministero Vito  D’Adamo, il Direttore Generale del Dipartimento Regionale Salvatore Patamia e l’architetto Mariano Bianchi della Sovrintendenza Regionale che ha curato il recupero della Cappella Monumentale di San Rocco e del Castello Normanno, ai 250mila del Ministero si aggiungono altri 250mila euro già assegnati dalla CEI (conferenza episcopale italiana) che serviranno per l’ulteriore consolidamento statico e inoltre per ulteriori opere strutturali, tra cui la sistemazione della copertura, della Chiesa Matrice già catalogata tra i Beni Ambientali sottoposti a vincolo e anche per l’allestimento del Museo Parrocchiale intorno al quale sta lavorando con grande zelo il parroco don Nicola De Luca con il sostegno dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giorgio Bonamassa. Il finanziamento destinato al “Palazzo Massafra” di Trebisacce generosamente donato al comune dalla famiglia Massafra, serviranno invece per il completamento dei lavori di recupero e riqualifificazione dell’immobile e del suo arredamento interno per poterne fare la sede della Biblioteca Civica.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *