Redazione Paese24.it

Rossano verso le Amministrative, Antoniotti riparte

Rossano verso le Amministrative, Antoniotti riparte
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Antoniotti_inaugurazione_2Giuseppe Antoniotti ci riprova. L’ormai ex primo cittadino di Rossano ha inaugurato, nel pomeriggio sabato 23 gennaio, la sede di “Rossano prima di tutto”, il nuovo movimento che accompagnerà, insieme alle altre forze di coalizione, Giuseppe Antoniotti nelle prossime consultazioni amministrative 2016 per l’elezione del nuovo sindaco.

A fare gli onori di casa, ovviamente, lo stesso Antoniotti, che ha accolto simpatizzanti e cittadini nei locali di via Nazionale. Presente il “gotha” rossanese dell’Udc, partito che da tempo è sceso in campo a sostegno della candidatura del primo cittadino uscente, guidato dal massimo referente locale Mario Smurra e da Giovanni Caruso. Insieme a loro anche gli ex assessori Giandomenico Federico, Sergio Stamile, Natale Chiarello e Rodolfo Alfieri. Presenti all’appuntamento anche molti dei consiglieri che durante l’ultimo mandato elettorale hanno composto l’assise civica, da Patrizia Uva a Lorenzo Antonelli e poi, ancora, Domenico Napolitano, Teresa Campana, Antonio Barone e l’ex capogruppo di Forza Italia Adele Olivo.

«Il movimento “Rossano prima di tutto”  – ha scandito Antoniotti nel suo saluto – nasce come reazione ai giochi di potere imbastiti da alcuni partiti che hanno tradito la nostra città e vuole proporsi come elemento di confronto e sintesi per continuare a garantire un programma di sviluppo concreto alla comunità. Certo – ha aggiunto – in queste ore c’è in atto una manovra politica oscura e trasversale che, a tutti i costi e in barba ad ogni credo o appartenenza, vuole mettere le mani sul Comune. Probabilmente anche per questo abbiamo pagato in prima persona la scelta di mantenere alta la dignità di questa comunità. Perché – ha poi concluso Antoniotti – per noi gli interessi di Rossano e dei rossanesi vengono prima di tutto».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *