Redazione Paese24.it

Alto Jonio verso le Amministrative. Quattro comuni al voto

Alto Jonio verso le Amministrative. Quattro comuni al voto
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Quattro comuni al voto nella prossima primavera. E’ partita anche nei paesi dell’Alto Jonio, che fra alcuni mesi andranno al voto (la data più probabile è il 12 giugno), la macchina organizzativa in vista del rinnovo dei consigli comunali. Tra i 1.313 comuni italiani chiamati ad eleggere i propri amministratori ci sono città importanti come Roma, Milano, Napoli, Bologna ma c’è pure Morterone in provincia di Lecco il comune più piccolo d’Italia con soli 38 abitanti e ci sono pure quattro comuni dell’Alto Jonio nei quali, seppure di dimensioni ridotte, il rinnovo degli organismi amministrativi catalizza l’attenzione generale e crea interesse sia dentro che fuori dai confini del municipio, coinvolgendo l’attenzione anche dei paesi vicini. Si tratta di Amendolara, Francavilla Marittima, Albidona e San Lorenzo Bellizzi. Il primo di poco superiore ai 3mila abitanti, il secondo di poco inferiore, il terzo con circa 2mila abitanti ed il quarto con meno di mille anime.

C’è da dire che forse c’è più interesse e partecipazione alla contesa elettorale nei piccoli comuni che nei grandi, perché nei piccoli centri, lontani dalle istituzioni sovra-comunali, il sindaco rappresenta l’unica autorità istituzionale deputata a farsi carico dei problemi del paese. In tre di questi comuni il sindaco attualmente in carica, Antonello Ciminelli per Amendolara, Leonardo Valente per Francavilla Marittima e Antonio Cersosimo per San Lorenzo Bellizzi, sono ricandidabili perché alla loro prima consiliatura ma lo è anche l’attuale sindaco di Albidona Salvatore Aurelio che, pur avendo già amministrato per due consiliature, può ricandidarsi perché nel frattempo è cambiata la normativa prevedendo la terza ricandidatura solo per i comuni al di sotto dei 3mila abitanti.

Quello che comunque al momento appare certo e scontato è la ricandidatura dei sindaci Ciminelli, Valente e Cersosimo ma non sarebbe per niente scontata quella di Salvatore Aurelio che non avrebbe ancora sciolto la riserva. Tutto invece in alto mare per quanto riguarda i loro potenziali avversari, alla disperata ricerca di candidati competitivi da contrapporre agli attuali primi cittadini. Particolarmente avvincente si profila la campagna elettorale ad Amendolara a causa della storica contrapposizione tra gli amici di Ciminelli ed i loro avversari finora capitanati dai fratelli Franco e Mario Melfi. Comunque anche ad Amendolara, pur essendoci molto fermento sulla sponda opposta, non è stato ancora scelto l’avversario che sfiderà l’attuale sindaco Ciminelli ma lo si saprà quanto prima perché il tempo stringe e nessuno vuole regalare vantaggi all’avversario.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *