Redazione Paese24.it

Parco del Pollino, a fare la guardia arrivano i mastini abruzzesi anti-lupo

Parco del Pollino, a fare la guardia arrivano i mastini abruzzesi anti-lupo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Dieci cuccioli di mastino-abruzzese, selezionati come cani da guardiania (“anti-lupo”), sono arrivati nel Parco Nazionale del Pollino. Già nello scorso ottobre, il Parco aveva provveduto a formare 14 pastori del Pollino, ospitandoli per tre giorni presso la Cooperativa Agricola Asca di Anversa degli Abruzzi. A fine corso vennero consegnati loro i primi cuccioli di mastino abruzzese da utilizzare per la difesa del proprio gregge. Ora, con l’arrivo e la consegna di altri dieci cani, si conclude la fase preliminare del progetto “Convivere con il lupo, conoscere per preservare”, finanziato dal ministero dell’Ambiente dal 2013, e condotto dal Pollino insieme ad altri cinque parchi nazionali dell’Appennino meridionale; questo prevede anche la realizzazione di un allevamento della razza mastino-abruzzese nel territorio del Parco calabro-lucano. L’obiettivo del progetto – di cui per l’Ente Parco del Pollino è responsabile il dott. Alberto Sangiuliano, con il contributo del veterinario Carmine Suanno – è la conservazione del Lupo attraverso la riduzione del conflitto uomo-lupo. 

«Siamo impegnati da anni in collaborazione con altre aree protette italiane, nella conservazione del Lupo – ha dichiarato il presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra – e i buoni risultati ottenuti non ci hanno mai fatto desistere dall’andare avanti anche nella protezione di specie preda e del bestiame domestico, preservando in tal modo la vita del Lupo. L’arrivo di altri 10 cani, ci consente di proseguire questo impegno che è fatto, oltre che di azioni pratiche, anche di continua sensibilizzazione, al fine di diffondere la conoscenza e la consapevolezza che anche il Lupo è una risorsa da difendere».

Federica Grisolia

Share Button

One Response to Parco del Pollino, a fare la guardia arrivano i mastini abruzzesi anti-lupo

  1. LUCIANO LA GAMBA 368/636977 2016/02/17 at 19:38

    NON ESISTE NELL’ELENCO DELLE RAZZE ITALIANE RICONOSCIUTE IL MASTINO ABRUZZESE. LA RAZZA RICONOSCIUTA DALL’ENTE NAZIONALE DELLA CINOFILIA ITALIANA CHE FA CAPO AL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E’IL CANE DA PASTORE MAREMMANO ABRUZZESE, TIPICI CANE DA GUARDIA E DIFESA DEL BESTIAME, SPECIFICATAMENTE DI OVINI. PRECISO CHE LA RAZZA E’ TUTELATA DA UNA SOCIETA’ SPECIALIZZATA ( CPMA-CIRCOLO PASTORE MAREMMANO ABRUZZESE) CHE NE PROMUOVE SVILUPPO E DIVULGAZIONE IN ITALIA E NEL MONDO, SPECIE PER QUANTO RIGUARDA IL SETTORE LAVORO, OCCUPANDOSI DELLE INTRODUZIONE DI SOGGETTI NELLE GREGGI. NUMEROSI ALLEVATORI ITALIANI COME IL SOTTOSCRITTO, CON PASSIONE E COMPETENZA SELEZIONANO L’ANTICO BIANCO GUARDIANO CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALL’ASPETTO CARATTERIALE, INTRODUCENDOLO CON SUCCESSO NEI RINGS DI ESPOSIZIONE-NELLE FAMIGLIE A GUARDIA DELLA PROPRIETA’ E NELLE GREGGI A COMPIERE IL COMPITO ISTITUZIONALE PER ECCELLENZA DELLA PROTEZIONE DEGLI ANIMALI DA GREGGE E FATTORIE CONTRO LE SEMPRE PIU’ASSIDUE PREDAZIONI DA PARTE DEL NEMICO PER ECCELLENZA, IL LUPO, CHE DA TEMPO HA FORTUNATAMENTE RICOMINCIATO A POPOLARE I MONTI DELL’APPENNINO ITALIANO, SEGNO FORTUNATO E TANGIBILE DI PROVVIDO ECOSISTEMA. ANCHE IN CALABRIA ESISTONO ALLEVATORI CHE DA OLTRE 30 ANNI TUTELANO-SELEZIONANO E VALORIZZANO LA RAZZA. MI CHIEDO: PERCHE’ L’ERBA DEL VICINO E’SEMPRE PIU’ VERDE? FTO: SELEZIONE AMATORIALE DEL MAREMMANO ABRUZZESE “I BIANCHI DEL MONTE PORO” DI LUCIANO LA GAMBA.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *