Redazione Paese24.it

Trebisacce, Mundo presenta progetto nuovo lungomare. «Opera di grande valenza urbanistica»

Trebisacce, Mundo presenta progetto nuovo lungomare. «Opera di grande valenza urbanistica»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

L’esecutivo comunale al completo composto dal sindaco Mundo e dai quattro assessori, al fine di smorzare sul nascere le polemiche innescatesi in coincidenza con l’inizio del lavori di riqualificazione del Lungomare ha indetto un incontro per illustrare alla stampa e al pubblico presente il progetto esecutivo dei lavori. «Il nuovo Lungomare – ha esordito il primo cittadino – sarà realizzato nel rispetto più rigoroso della vegetazione esistente e, se un solo albero dovesse intralciare i lavori, lo stesso sarà sradicato e piantumato altrove con tutte le cautele necessarie» E’ questa la premessa da cui è partito il sindaco Mundo nel presentare, con dovizia di dati e di lucidi, il progetto del nuovo Lungomare che, con i suoi circa 2milioni di euro di investimento, sancito dal Decreto n. 1432 in data 20 dicembre 2012 rappresenta, secondo quanto ha dichiarato il primo cittadino, l’opera più imponente realizzata nella cittadina jonica da molti anni a questa parte. Un’opera, ha sottolineato il sindaco, di ampio respiro e di grande valenza urbanistica per una cittadina dalla forte vocazione turistica come Trebisacce il cui progetto, nell’ambito della Conferenza dei Servizi, è passato al vaglio di ben nove istituzioni pubbliche che hanno dato il loro parere favorevole tra cui la Capitaneria di Porto, il ministero delle Infrastrutture, l’Agenzia per il Territorio, l’Azienda Sanitaria, i Vigili del Fuoco e la Sovrintendenza ai Beni Culturali la quale, secondo l’informativa del sindaco, avrebbe fatto tardare l’inizio dei lavori di circa un anno e sarebbe stata sbloccata grazie ad un intervento presso il Ministero dei Beni Culturali.

Progetto Nuovo LungomareAlla gara di appalto, regolata dalla procedura aperta e dall’affidamento dei lavori secondo il miglior ribasso, vista la corposità della posta in palio, hanno partecipato ben 139 imprese e alla fine si è aggiudicata la gara la Gi.Ca.Ro. Eredi Cudemo srl di Sant’Arcangelo (PZ) che ha già dato il via ai lavori che dovranno essere eseguiti entro 360 giorni (novembre 2016), ma è prevista una premialità per l’impresa se i lavori termineranno prima. Con il ribasso d’asta (350mila euro) i lavori saranno estesi ad un successivo tratto di Lungomare e dovrebbero arrivare fino al vecchio compo sportivo “A. Lutri”. «Non c’è stato sin dall’inizio alcun segreto sul progetto – ha precisato il sindaco per rispondere a chi ha parlato di mancanza di trasparenza – e chiunque poteva accedere al comune per la visione del progetto che oggi è nostro interesse illustrare anche per raccogliere impressioni e suggerimenti di cui far tesoro. Nostro interesse preminente, visto che non siamo ambientalisti e giorni alterni come i nostri critici, è quello di salvaguardare l’ambiente tanto è vero che – ha aggiunto il sindaco Mundo illustrando il progetto nei dettagli – abbiamo dato incarico ad un esperto di esaminare uno per uno gli alberi esistenti al fine di evitare loro qualsiasi danno biologico, ma un albero o due non saranno certo un ostacolo alla realizzazione di un progetto ambizioso destinato, insieme alle altre opere in fase di realizzazione (8milioni di euro per ben 6 cantieri aperti e da aprire), a riqualificare tutto il fronte mare». Il nuovo Lungomare, oltre alla strada carrabile, alla pista ciclabile ed alla passeggiata, a nuovo arredo urbano e a nuova illuminazione pubblica, sarà corredato di due piazze (San Francesco e Giovanni Laviola) e di un ampio spazio-centrale-multifunzione che faranno del nuovo Lungomare un luogo di incontro, di socializzazione e di rappresentanza.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *