Redazione Paese24.it

Morano, la replica dell’amministrazione all’esposto di Sel: «Solo calunnie e diffamazioni»

Morano, la replica dell’amministrazione all’esposto di Sel: «Solo calunnie e diffamazioni»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Non tarda ad arrivare la replica piccata dell’Amministrazione Comunale di Morano, capeggiata dal sindaco Nicolò De Bartolo, all’esposto presentato dai rappresentanti di Sinistra Ecologia e Libertà, i quali denunciavano presunti clientelismi all’interno del Palazzo di Città. Gli esponenti di Sel, infatti,  hanno portato al tavolo della Magistratura presunti affidamenti di immobili o di servizi a terzi senza le dovute gare pubbliche, come il servizio scuolabus e un servizio di elettricità, oltre a presunti vantaggi a familiari dei componenti la Giunta Comunale che avrebbero portato ad un conflitto di interessi. Da qui la risposta del primo cittadino e della sua giunta, i quali annunciano battaglie legali contro quelle che vengono definite solo calunnie e diffamazioni.

Gli amministratori in carica – si legge nella nota – esprimono il loro «orgoglio di svolgere attività amministrativa intensa per la soluzione dei problemi, trascurando ogni propria esigenza personale, familiare e professionale», e prendono le distanze dai vecchi schemi della politica, che alcun giovamento possono portare al bene comune. «In un momento in cui gli Enti Pubblici non dispongono più di mezzi e le casse sono vuote – afferma il Sindaco De Bartolo –  in un piccolo centro come Morano, che non rappresenta né il cuore della politica né un Parlamento, dovrebbe esserci anche da parte degli avversari politici un senso di collaborazione per lavorare di più e lavorare meglio. Purtroppo, invece, qualcuno gradisce insultare, calunniare e diffamare.  Non c’è dubbio che l’Amministrazione comunale rispetto a queste iniziative altro non può fare se non rivolgersi alla Procura della Repubblica, affinché ogni calunniatore e diffamatore venga tempestivamente individuato e punito».

Giovanni Pirillo

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *