Redazione Paese24.it

Sfilata in maschera, tradizione e divertimento. A Castrovillari tutti i colori del Carnevale

Sfilata in maschera, tradizione e divertimento. A Castrovillari tutti i colori del Carnevale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Tanta allegria e divertimento alla prima sfilata in maschera del 58esimo Carnevale di Castrovillari. Ad inaugurare la domenica più colorata dell’anno, la “Parata della Gioia”, dove tantissimi bambini, della Scuola dell’Infanzia e Primaria del II circolo didattico SS Medici e c.da Porcione, hanno sfilato in un serpentone di colori e coreografie. “Popoli in festa per costruire la pace”: questo il tema interpretato dai più piccoli, con un meraviglioso viaggio nel tempo tra i cinque continenti. Premiato anche il disegno del concorso artistico, giunto alla dodicesima edizione e realizzato dagli alunni della IV A e B del I circolo plesso Via Roma, che ha fatto da testimonial all’evento.

Mimmo Cavallaro in concerto

Mimmo Cavallaro in concerto

Nel pomeriggio, tutti dietro le transenne, per le vie della città, a godersi lo spettacolo della sfilata di gruppi mascherati, carri allegorici e gruppi folklorici. Oltre ventimila spettatori, quasi duemila figuranti e cinquanta camper allocati nell’area mercatale e nello spiazzale delle Ferrovie: questi i numeri che hanno festeggiato“ Re Burlone”. Il concorso per Gruppi mascherati, giunto alla 23esima edizione, quest’anno è stato intitolato al compianto Franco Minasi, che per anni “ha dato onore alla Pro Loco e al suo Carnevale, partecipando con estro e originalità all’allestimento di maschere e carri allegorici esilaranti”. Ad aprire la sfilata, la fanfara dei bersaglieri di “Piana del Sele” (Sa), seguiti da tre cavalli, dalla macchina d’epoca con a bordo la madrina del Carnevale, Martina Mazza, e dagli artisti di strada. Partita da via Polisportivo, la grande festa in maschera ha animato Corso Calabria e Corso Garibaldi fino al palco di Piazza Municipio. In serata, poi, il concerto di Mimmo Cavallaro con i TaranProject e la loro musica popolare calabrese.

Intanto, in attesa dell’ultima sfilata di domani (martedì), che si concluderà con il falò di Re Carnevale, la giuria ha votato provvisoriamente (dando da 5 a 10 punti), i gruppi mascherati in concorso. Al primo posto: “Medioevolando … nel 3001. La bellezza salverà l’Universo” (nella foto) – Liceo Artistico “A. Alfano”/Liceo Classico “G. Garibaldi”, con 299 punti. A seguire: “Coriandoli in Festa” – 294 punti; “Tutti pazzi per il cake-design” – 288 punti; “Carnalivaro cumu dicimu nuji” – Centro Sociale Anziani “L’amicizia” – 282 punti, “Mamma li Galli e li Romani” – Liceo Scientifico E.Mattei – 277 punti; “Non Abracadabra ma…Lambicchiamoci il Cervello!” – ITIS E.Fermi – 275 punti; “Va…Zapp” – 269 punti; “Popoli in festa per costruire la pace” – “Scuola II circolo SS.medici” – 267 punti; “Share the love with the world” – IPSIA “Leonardo da Vinci” – 263 punti; “Il teatrino di Arlecchino” – 252 punti; “Grease” – Scuola di ballo Pam – 251 punti; “Gli anni che ritornano” – I.T.C.G. “Pitagora-Calvosa” – 244 punti. Molto apprezzato sia dalla giuria che dal pubblico, il gruppo fuori concorso “Frozen”, della scuola di ballo “Al ritmo loco” di Roggiano Gravina. A sfilare, anche un gruppo di studenti dell’Esn (Erasmus Student NetworK), associazione studentesca di carattere europeo che coinvolge la maggior parte degli atenei d’Europa proveniente dall’Università della Calabria.

Questi voti si andranno a sommare a quelli che verranno attribuiti domani, quando si scenderà nuovamente tutti in strada per l’ultima coloratissima sfilata, che terminerà, come sempre, con la proclamazione del “Gruppo mascherato vincitore”. Questa sera, invece, alle ore 21,00, al Teatro Sybaris sarà di scena il “ Gran Galà del Festival del Folklore”.

 Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *