Redazione Paese24.it

Zumpano. Traffico rifiuti e riciclaggio, arresti e ditta sequestrata

Zumpano. Traffico rifiuti e riciclaggio, arresti e ditta sequestrata
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Migliaia di tonnellate di rifiuti smaltite illecitamente e senza effettuare alcun trattamento tra quelli previsti per legge da parte di una ditta di Zumpano. E’ quanto emerso dalle indagini del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale del Comando Provinciale di Cosenza, coordinate dalla Dda di Catanzaro, che ha portato questa mattina (martedì) all’esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari per cinque persone, al divieto di dimora nel Comune di Zumpano per una sesta persona e alla denuncia a piede libero per altre cinque. Sono stati contestati i reati di attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti, ricettazione aggravata e associazione a delinquere.

Nel corso delle indagini gli agenti del Corpo forestale avrebbero accertato che la ditta – già sottoposta a controllo lo scorso anno – smaltiva illegalmente ogni tipo di rifiuto (batterie esauste al piombo, oli esausti di veicoli, elettrodomestici, cartellonistica stradale, lampioni, veicoli fuori uso, rifiuti ferrosi di ogni tipo e perfino una carrozzina per disabili). Inoltre, i cinque avrebbero riciclato materiale e rubato ingenti quantitativi di cavi in rame prelevato furtivamente a società operanti nel settore energetico, dei trasporti e delle telecomunicazioni. I rifiuti e i cavi in rame venivano conferiti alla ditta, in particolare da tre soggetti rumeni che fungevano da tramite con una pluralità di persone della stessa nazionalità e la ditta stessa; in altri casi i rifiuti venivano conferiti direttamente all’interno del piazzale. Con l’operazione denominata “Efesto” è stata smantellata, così, una rete di raccolta illegale di rifiuti e una centrale di ricettazione e riciclaggio il cui giro d’affari è stato stimato dagli investigatori in oltre 1.500.000 euro.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *