Redazione Paese24.it

Rifiuti, ultimatum ad Oliverio. «Bando danneggia Sibaritide, pronti a mobilitazione»

Rifiuti, ultimatum ad Oliverio. «Bando danneggia Sibaritide, pronti a mobilitazione»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nella foto, una manifestazione del 2014 contro la discarica di Bucita

Scatta l’ultimatum per la Regione Calabria. La richiesta arriva da Rossano, dal “Comitato per la difesa di Bucita e del territorio” che chiede espressamente all’esecutivo regionale, guidato da Oliverio, di ritirare il bando su rifiuti, tempo dieci giorni. Il Comitato è preoccupato dal fatto che la Sibaritide potrebbe riempirsi di rifiuti eccedenti provenienti dall’intera provincia di Cosenza, prima di essere smaltiti all’Estero, soluzione al vaglio della Regione. Il Comitato ambientalista rossanese rimprovera al governatore Oliverio un comportamento camaleontico, in quanto lo stesso quando era presidente della Provincia si oppose, nel 2014,  a questa soluzione targata Scopelliti (allora presidente della Regione), mentre oggi – scrivono gli attivisti – rispolvera quello stesso bando. All’epoca con numerose manifestazioni di piazza, quella gestione su rifiuti restò nel cassetto.

«L’assemblea  – si legge nella nota del Comitato – si è quindi data un termine di 10 giorni per permettere alla Giunta Regionale di rivedere la propria posizione e ritirare definitivamente questo scellerato capitolato d’appalto. In caso contrario saremo costretti ad una nuova, grande ed unitaria mobilitazione.

v.l.c.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *