Redazione Paese24.it

A scuola di cittadinanza attiva al Liceo “Metastasio” di Scalea

A scuola di cittadinanza attiva al Liceo “Metastasio” di Scalea
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Promuovere i principi di cittadinanza attiva e consapevole del proprio territorio e del ruolo dell’intervento pubblico, attraverso tecnologie di informazione e comunicazione. E’ il progetto “A Scuola di OpenCoesione” (ASOC) a cui ha aderito, tra cento scuole selezionate a livello nazionale, il Liceo scientifico “Pietro Metastasio” di Scalea, con la classe IV A, grazie anche al supporto tecnico e alla collaborazione dell’associazione “G. F. Serio”. Il prossimo 5 marzo si terrà l’Open Data Day, l’evento dedicato all’informazione e riflessione sul tema degli open data.

“A Scuola di OpenCoesione” è il risultato di un accordo tra il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica e il Ministero dell’Istruzione (Miur), e beneficia di un protocollo d’intesa siglato con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, per il coinvolgimento della rete di centri di informazione Europe Direct a supporto delle scuole partecipanti. L’obiettivo è quello di approfondire le caratteristiche socio-economiche, ambientali e culturali del proprio territorio contribuendo a formare gli studenti con competenze digitali affinché diventino cittadini consapevoli e attivi nella partecipazione alla vita pubblica del proprio territorio. Le classi che partecipano al progetto saranno impegnate, nel corso dell’anno scolastico, in un percorso didattico guidato dal docente referente e articolato in 6 tappe: 4 lezioni in classe di circa 3 ore, una “visita di monitoraggio civico” sul luogo di realizzazione del progetto scelto e un evento finale di confronto con le istituzioni e 12510322_452483954941335_1924104274532635609_ncoinvolgimento della comunità locale. A questo si aggiungono complessivamente circa 30 ore di lavoro autonomo durante l’intero arco del progetto. Un moderno Icaro in volo, che si lascia alle spalle la Grecia ed il Partenone, e si dirige verso l’Europa di cui si distinguono i contorni e la bandiera: è questo il logo scelto dal team di docenti del “Metastasio”, tra cui Liliana Barbieri e Tania Paolino, referente del progetto, che vede come dicitura “Dif-fondo e non af-fondo”.

Il premio in palio è un viaggio di istruzione di due giorni a Bruxelles presso le istituzioni europee, finanziato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. Altri premi e riconoscimenti (viaggi d’istruzione, partecipazione a eventi o corsi di formazione legati alle tematiche di ASOC, fornitura di dotazioni tecnologiche aggiuntive) saranno resi noti successivamente all’avvio del progetto sul sito www.ascuoladiopencoesione.it.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *