Redazione Paese24.it

Cassano, Ufficio elettorale conferma maggioranza centrodestra. Nuove elezioni in vista?

Cassano, Ufficio elettorale conferma maggioranza centrodestra. Nuove elezioni in vista?
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il Comune di Cassano Jonio

Come previsto il Magistrato Dr. Vincenzo Di Pede, presidente l’Ufficio Centrale Elettorale comunale composto da GiovanBattista Gallo, Giuliana Gaudiano, Andrea Monaco, Barbara Forastefano, Giuseppe Gaetani e da Biagio Salvatore Maio, quest’ultimo in qualità di segretario, ha comunicato ufficialmente i nomi dei nuovi consiglieri comunali di Cassano Jonio nell’Assemblea municipale.

C’era attesa per questo momento poiché l’Ufficio era chiamato a porre fine alla querelle sull’ interpretazione della legge per l’assegnazione del premio maggioranza. Nella tarda mattinata di oggi (mercoledì) è arrivato il pronunciamento ufficiale con la proclamazione degli eletti che oltre al sindaco Giovanni Papasso del centrosinistra, vede i consiglieri comunali: Per la coalizione di centrodestra: Mimmo Lione(UDC); Luciano Gaetani(UDC); Gianluca Gallo(UDC); Elda Cosenza(UDC); Mario Guaragna(UDC); Giuseppe Azzolino(UDC); Giuseppe Cerchiara(PDL); Vincenzo Pricoli(PDL); Fausto Corrado(Stabilità); Luigi Cosenza(Buon Governo). Per la coalizione di centrosinistra: Stefano Petrosino(PSI); Lino Notaristefano(PSI); Luigi Garofalo( PSDI); Salvatore Tricoci(PD); Francesco La Regina(SEL); Francesco Praino(Per Amore di..).

“Prendiamo atto della decisione del Giudice, ha commentato il sindaco Papasso, di non attribuire il premio di maggioranza alla coalizione di centrosinistra ed al candidato sindaco vincente al ballottaggio. Lo stesso, non ha inteso tenere conto della costante ed unanime giurisprudenza che ha enunciato in casi analoghi un principio importantissimo, quello della governabilità, non ultima una importante sentenza del Consiglio di Stato del maggio 2012, che confermerebbe quanto da noi sostenuto, in virtù della quale in casi simili la maggioranza è stata data al sindaco vincente al ballottaggio. Contro tale decisione, ha infine fatto sapere Papasso, abbiamo dato già mandato al nostro legale di fiducia per proporre opposizione innanzi al TAR Calabria”.

Si palesa dunque l’opzione della cosiddetta “anatra zoppa” che a questo punto potrebbe complicare il cammino della nuova gestione amministrativa dell’Ente. Alla luce di tale pronuncia il centrodestra ha riunito stasera i neo consiglieri eletti per fare il punto della situazione. Tra le iniziative discusse e prese in esame, si è appreso da fonti vicine allo scudo crociato, vi sarebbe quella che prevede le dimissioni in blocco o quasi, dei neo consiglieri comunali che  qualora venisse posta in essere, aprirebbe le porte all’immediato scioglimento dell’appena eletto consiglio comunale, all’avvento al comune del Commissario prefettizio e, nel giro di pochi mesi, all’indizione di nuove elezioni.

Tutta colpa di questa “anomalia giuridica” figlia dell’attuale legge elettorale. Questa, suggerisce qualcuno, potrebbe essere superata solo da un’assunzione di responsabilità bipartizan del consiglio comunale che così facendo risponderebbe alle  giuste aspettative rivendicate con forza in questa campagna elettorale dall’intera collettività che chiede la soluzione delle emergenze che incombono sulla città.

Intanto si guarda già alla prima seduta del nuovo consiglio comunale che dovrebbe essere convocato entro 10 giorni dalla proclamazione degli eletti. Seduta nel corso della quale si procederà: alla convalida degli eletti ed eventuali surroghe, al Giuramento del Sindaco, all’elezione del Presidente e dei Vice Presidenti dell’Assemblea ed, eventualmente, alla comunicazione della composizione della nuova Giunta Comunale nonché di chi, tra gli Assessori, assumerà le funzioni di Vice Sindaco e le deleghe attribuite a ciascun Assessore, compreso il Vice Sindaco

Leonardo Guerrieri

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *