Redazione Paese24.it

Truffa di 500 mila euro all’Inps di Rossano. False giornate lavorative in agricoltura

Truffa di 500 mila euro all’Inps di Rossano. False giornate lavorative in agricoltura
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Ennesima truffa all’INPS di Rossano. Le Fiamme Gialle della Compagnia della Guardia di Finanza di Rossano, coordinati dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, hanno smascherato, al termine di una complessa attività d’indagine, una truffa perpetrata ai danni dell’INPS di Rossano, ad opera di una azienda del luogo, operante nel settore agricolo, mediante la dichiarazione di assunzioni inesistenti, denunciando 176 soggetti e scoprendo un danno alle casse dello Stato di oltre 500.000 euro.

L’azienda, in base alle indagini svolte, ha presentato all’Ente previdenziale falsi documenti a partire dall’anno 2010, ottenendo la liquidazione di somme relative a indennità di disoccupazione per un importo di circa 270.000 euro, beneficiando anche di altre elargizioni per indennità di malattia e maternità per un totale di 240.000 euro, arrivando ad arrecare un danno complessivo all’Erario di oltre 500.000 euro.

La società “fantasma” ha dichiarato alla sede INPS della città bizantina (nella foto) un consistente numero di (false) giornate lavorative effettuate su terreni, di cui non ha mai avuto la disponibilità, attestandone la lavorazione attraverso il deposito di falsi contratti di fitto e comodato d’uso. Al termine dell’indagine, 176 soggetti, tra cui anche il titolare dell’azienda, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per i reati di truffa e falso.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *