Redazione Paese24.it

Amministrative ad Amendolara. Centrosinistra pesca nel passato il suo candidato sindaco

Amministrative ad Amendolara. Centrosinistra pesca nel passato il suo candidato sindaco
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

A poco più di tre mesi dalle consultazioni amministrative, ad Amendolara (nella foto uno scorcio del paese) inizia a circolare qualche notizia ufficiale. Il Centrosinistra dopo un periodo di consultazioni ha fatto quadrato sul nome del candidato a sindaco da contrapporre alla pressoché scontata ricandidatura dell’attuale primo cittadino Antonello Ciminelli. A guidare la coalizione di centrosinistra sarà Franco Martorano, geologo di professione e già noto nel panorama politico locale, in quanto esponente del Partito Democratico. La scelta di Martorano, comunicata dal coordinatore regionale di Sel, Mario Melfi, ha trascinato con sé, però, non pochi mugugni. Il geologo è stato già candidato sindaco nella competizione del 2006, opposto proprio a Mario Melfi che poi vinse le elezioni per la seconda volta consecutiva. Lo stesso Melfi nel 2011, dopo un rimpasto, lo trasferì dagli scranni dell’opposizione a quelli della maggioranza con il ruolo di presidente del Consiglio.

Nei giorni scorsi era circolato anche il nome di Antonio Liguori, giovane imprenditore agricolo, anche lui con un’esperienza alle spalle di consigliere di maggioranza nella Giunta Melfi. Ma l’operazione, a quanto pare, non è andata in porto, con lo stesso Liguori che ha declinato l’invito. Sta di fatto però che la candidatura di Franco Martorano come guida del Centrosinistra, che ospita Pd, Sel e Rifondazione Comunista sembra non essere pienamente condivisa, sopratutto dalla sinistra più estrema che avrebbe voluto un confronto più aperto sulla scelta del candidato, ringiovanendo il modo di pensare e di fare politica, creando un’alternativa.

Otium resort vuoi sposarmi 2 (1)

Considerazioni a parte sulla figura del candidato a sindaco per il Centrosinistra, un dato appare inconfutabile ed è rappresentato da una difficoltà oggettiva del Centrosinistra amendolarese maturata e consolidatasi negli ultimi cinque anni di Amministrazione Ciminelli, dove l’Opposizione ha avuto poca voce in capitolo, non riuscendo a ritagliarsi quel ruolo di “cane da guardia” necessario per un dibattito politico anche in un piccolo comune. «Ora è tempo di stringersi attorno al candidato sindaco – ha commentato Mario Melfi – e lasciarsi alle spalle ogni critica, tuffandosi nella campagna elettorale. E’ tempo di ricreare entusiasmo, è tempo di duro lavoro, affinchè nel nostro paese i giovani possano sentire il profumo della speranza. E’ tempo che la nostra comunità si riappropri della propria storia».

Vincenzo La Camera

 

Share Button

3 Responses to Amministrative ad Amendolara. Centrosinistra pesca nel passato il suo candidato sindaco

  1. Dottor Giuseppe Pagano 2016/03/01 at 09:03

    Articolo ben fatto dall’autore perchè descrive in modo obiettivo,proprio del giornalista qualificato,la storia di una parte politica Amendolarese in preda a crisi di identità e priva di contenuti e prospettive.Il candidato designato avrebbe fatto meglio a non riaffacciarsi più sullo scenario politico Amendolarese.Il dottor Martorano perderà le amministrative perchè la gente che lo votò ,e anche quella che votò il suo avversario nelle comunali del 2006 non ha dimenticato cosa è stato capace di fare:passò da capo dell’opposizione a Presidente del consiglio comunale e ,quindi,intimo alleato dell’allora sindaco Mario Melfi,infischiandosi di tutti coloro i quali avevano votato la sua lista e soprattutto non portando a conoscenza di questa sua decisione il sottoscritto e Gaetano Rotondò ,suoi compagni di minoranza.Bravo Franco Martorano: hai avuto una bella” faccia tosta” ad accettare la candidatura.Ricordati,però,la gente non dimentica.

    Rispondi
  2. GIUSEPPE PAGANO 2016/03/01 at 10:32

    E’ strano che proprio Mario Melfi ci venga a parlare di speranza,quando Lui e suo fratello hanno il monopolio di una certa parte politica di Amendolara da quasi trenta anni.Il dottor Martorano è l’esempio ecclatante del risultato politico di questi signori che durante tutto questo periodo hanno bruciato tutti i giovani emergenti di questo paese.Che vergogna.

    Rispondi
  3. Elena Roma 2016/03/01 at 14:37

    Rifondazione Comunista ad Amendolara non c’è più. Gli ex tesserati di Rifondazione Comunista fanno parte di quella Sinistra estrema che non ha condiviso la candidatura del Dott. Martorano e che avrebbe voluto un confronto più aperto sulla scelta del candidato, ringiovanendo il modo di pensare e di fare politica, creando un’alternativa.
    Elena Roma EX SEGRETARIO DI RIFONDAZIONE COMUNISTA.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *