Redazione Paese24.it

Castrovillari. Azione Nazionale: «Pensiero unico “lopolitiano” al capolinea?»

Castrovillari. Azione Nazionale: «Pensiero unico “lopolitiano” al capolinea?»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Ormai nel Partito Democratico nazionale, regionale e comunale è iniziata una vera e propria corsa a chi inaugura più strutture possibili». E’ quanto affermato dal circolo castrovillarese “Acca Larentia” di Azione Nazionale, in merito alle ultime vicende che hanno interessato la città del Pollino, ma anche sulla visita del premier Renzi, prima a Mormanno e poi a Cosenza. Sul tema della sanità e sull’ormai noto decreto Scura che penalizzerebbe l’ospedale di Castrovillari si sono già espressi, nei giorni scorsi, le Liste Civiche, gruppo di Minoranza dell’Amministrazione Lo Polito, ma anche i Progressisti con i consiglieri Peppino Pignataro, Dario D’Atri e Francesca Dorato che hanno spronato il primo cittadino ad un’azione forte e condivisa a difesa del territorio, sul tema sanità e occupazione. «Un modo di agire che – secondo Azione Nazionale – mette a nudo quelle che sono le difficoltà di un sindaco in pieno stato confusionale, sia politico che amministrativo».

«Evidentemente – si legge in una nota – sono iniziati i primi problemi in seno alla Maggioranza e probabilmente a breve assisteremo a qualche sostituzione di qualche uomo chiave. Ci chiediamo quindi se sia davvero ormai arrivato al capolinea il pensiero unico “lopolitiano” oppure è in grave affanno e difficoltà». «Microcriminalità crescente; una concreta politica di aiuti alle piccole imprese locali; servizi da erogare alle persone indigenti che sono sempre più in crescita»: questi – secondo il circolo “Acca Larentia” – i veri problemi che affliggono la città e di cui l’intera Maggioranza dovrebbe occuparsi.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *