Redazione Paese24.it

Morano. Giornate di Primavera, tra i visitatori anche studenti di Oriolo

Morano. Giornate di Primavera, tra i visitatori anche studenti di Oriolo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Oltre un migliaio di visitatori a Morano Calabro per le “Giornate Fai di Primavera”. Tra questi gli studenti delle scuole di Castrovillari, di Oriolo e dell’Istituto Comprensivo di Morano, a dimostrazione del ruolo di centralità rivestito dai giovani nella manifestazione – giunta alla 24esima edizione – alcuni dei quali “ciceroni” per l’occasione. L’antico Castello normanno, la chiesa dei Ss. Pietro e Paolo, il museo naturalistico del Nibbio (nella foto), hanno fatto da cornice a due giornate all’insegna della storia, dell’arte e della cultura, resa possibile anche grazie all’impegno dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco, Nicolò De Bartolo, e del Parco nazionale del Pollino. La manifestazione è stata arricchita dall’esibizione del gruppo del minifolk e dall’esibizione di falchi e barbagianni a cura dell’associazione dei Falconieri. I visitatori hanno potuto, inoltre, ammirare i costumi d’epoca utilizzati durante la Festa della Bandiera, per ricordare la vittoria medievale dei moranesi sui Saraceni.

«Tutto questo – ha dichiarato Donatella Laudadio, capodelegazione del Fai-Pollino – è stato un esempio di come si possa, attraverso la conoscenza, diventare cittadini del proprio territorio amandolo e tutelandolo, ma soprattutto, attraverso i monumenti, recuperare la memoria storica delle testimonianze del passato che sono le radici della nostra identità nel presente».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *