Redazione Paese24.it

Crosia, scuola e creatività con gli “Animalegni”

Crosia, scuola e creatività con gli “Animalegni”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Lunghe passeggiate sulla spiaggia, insieme a genitori e insegnanti, alla ricerca di legnetti per dare loro un’anima e un nome. Ad essere protagonisti, gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Mirto Crosia, guidata dalla dirigente scolastica Rachele Donnici, dove è approdata l’iniziativa “Animalegni”, un lavoro editoriale dedicato ai ragazzi, in cui si narra il “viaggio fantastico” degli animali di legno, fotografati da Giuseppe Marasco sulle rive del mare e narrati dalle note poetiche di Francesco Fusca.

Pezzetti di legno naufragati sulle spiagge locali, modellati dalla salsedine, raffinati dalle intemperie, che prendono forma e voce. Un momento educativo all’insegna della semplicità e della fantasia che ha stimolato la manualità e la fantasia di grandi e piccini, dagli allievi delle scuole dell’Infanzia a quelli di Primaria e Media: plastici realizzati con l’esposizione degli animalegni, materiale multimediale, poesie, photobook, balletti. La manifestazione, che ha visto con attenzione a temi come il rispetto della natura e la salvaguardia delle spiagge e delle acque, è stata anticipata da un percorso didattico-laboratoriale.

La giornata conclusiva, tenutasi presso il palateatro comunale “Giacomo Carrisi”, è stata introdotta e moderata dal sociologo e giornalista Antonio Iapichino. Oltre alla preside Rachele Donnici, sono intervenuti: il sindaco di Crosia, Antonio Russo; il dirigente scolastico emerito Luciano Crescente; Angela Marino, docente della scuola primaria; Gabriele Palermo, docente della scuola media; Piero Brunetti, in rappresentanza dei genitori. A concludere, l’ispettore emerito del Miur, Francesco Fusca, che si è soffermato sul concetto di scuola inclusiva e sullo studio continuo per sviluppare l’ispirazione. Tutti gli interventi hanno sottolineato l’importanza di un simile progetto per stimolare la fantasia e l’aspetto comunicativo dei ragazzi, a partire da semplici oggetti come legnetti.

La manifestazione è stata allietata da diversi interventi musicali a cura dei maestri di strumento della scuola crosimirtese, Pino Campana, Pietro Ostuni, Francesco Romeo e Gennaro Ruffolo.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *