Redazione Paese24.it

«Giù le mani dall’ospedale». A Castrovillari sit-in di protesta contro decreto Scura

«Giù le mani dall’ospedale». A Castrovillari sit-in di protesta contro decreto Scura
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

“Salviamo l’ospedale di Castrovillari e la sanità dagli scippi e dalle depredazioni”. “Giù le mani dall’ospedale”. “La sanità pubblica non si tocca”. Sono state alcune delle parole chiave della manifestazione tenutasi questa mattina (martedì) dinanzi al nosocomio della città del Pollino, promossa dal coordinamento cittadino di Forza Italia contro il decreto sulla riorganizzazione sanitaria emanato dal commissario Scura [LEGGI].

sit-in davanti ospedale Castrovillari

sit-in davanti ospedale Castrovillari

«Abbiamo voluto sensibilizzare le coscienze e l’opinione pubblica – ha dichiarato Roberto Senise, coordinatore cittadino di Forza Italia – su un problema, quello della sanità, che il decreto Scura penalizza non garantendo i livelli minimi di assistenza. La scarsa partecipazione dei cittadini e delle istituzioni non ci fermerà». Al sit-in di protesta erano presenti i consiglieri comunali Francesca Dorato, Serena Carrozzino e Peppino Pignataro.

«La sanità e la salute dei cittadini non hanno colore politico, né appartenenze. E’ sempre stata questa la posizione della Maggioranza e dell’Amministrazione Lo Polito a tutela del diritto alla salute». Così le due consigliere comunali Dorato e Carrozzino hanno commentato la loro partecipazione alla manifestazione, sottolineando un impegno costante a tutela dell’ospedale Spoke di Castrovillari e per il suo potenziamento. «E’ con questa tensione e trasporto che abbiamo affermato  il nostro coinvolgimento per una battaglia di civiltà e promozione della dignità umana».

Federica Grisolia

Share Button

One Response to «Giù le mani dall’ospedale». A Castrovillari sit-in di protesta contro decreto Scura

  1. irene 2016/03/22 at 21:48

    Povera vita! L’ospedale qui non serve a nulla ( incompetenza é tantissima, ci fa paura). Unico reparto che funziona bene é Radiologia anche perché unici professionisti esistono qui. Per il resto dovrebbe essere chiuso.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *