Redazione Paese24.it

Comunali a San Lorenzo Bellizzi. Per ora, unica certezza la ricandidatura di Cersosimo

Comunali a San Lorenzo Bellizzi. Per ora, unica certezza la ricandidatura di Cersosimo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Elezioni amministrative di giugno: a San Lorenzo Bellizzi a due mesi circa dalla competizione elettorale si continua a lavorare sotto traccia su entrambi i fronti per cercare di mettere in piedi almeno due liste che possano dar vita a un minimo di contradditorio. Al momento però di certa, e ora anche di ufficiale, c’è solo la confermata presenza della ricandidatura del sindaco in carica, l’ingegner Antonio Cersosimo (nella foto) il quale, ritenendo di aver ben amministrato, ha confermato al cronista la volontà, intesa come diritto-dovere, di ricandidarsi alla guida del Comune.

bbbNiente invece di ufficiale sull’altro fronte dove, almeno al momento, vige invece un… silenzio assordante. Per la verità il giovane sindaco in carica, pur ribadendo la propria convinta appartenenza al PD, ha confermato di essere impegnato, insieme agli attuali e forse futuri compagni di viaggio, alla formazione di una lista “civica” che non abbia paletti politici precostituiti, facendo insomma intendere che si sta lavorando per far conoscere il progetto politico, che comunque non ci sono preclusioni per nessuno e che all’interno della nuova squadra ci sarebbe posto per chiunque, a prescindere dalla propria appartenenza politica intenda riconoscersi nel programma elettorale a cui la squadra di governo sta lavorando.

Un programma che logicamente si pone in linea di naturale continuità con l’attività svolta nei cinque anni passati. Per la cronaca va ricordato che quest’anno, in base alla nuova legge-Delrio, nei paesi inferiori a 3mila abitanti, si dovranno eleggere n. 10 consiglieri più il sindaco (7 più il sindaco per la Maggioranza – 3 per la Minoranza). Per quanto riguarda la composizione della suddetta lista civica, l’attuale primo cittadino, oltre ad aver confermato la vicinanza dei Giovani Dem che a San Lorenzo sono molto attivi, ha fatto capire che potrebbe esserci qualche novità ma che, a due mesi abbondanti dalle urne, ancora è presto per parlare di formazione titolare. «Il paese è piccolo – ha concluso il primo cittadino – ma i problemi, come per tutti i piccoli paesi delle aree interne, sono tanti, ma abbiamo dimostrato che con l’impegno, la lungimiranza, la tenacia e la collaborazione della gente, si può ben amministrare e, migliorando la qualità della vita, si possono creare le condizioni per arrestare lo spopolamento».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *