Redazione Paese24.it

A un anno dalla sua morte Castrovillari omaggia il maestro Le Voci

A un anno dalla sua morte Castrovillari omaggia il maestro Le Voci
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nel primo anniversario della sua morte, Castrovillari ricorda il maestro Luigi Le Voci, poeta, pittore e scrittore. Artista poliedrico nell’animo. E lo farà nella Galleria D’Arte “Il Coscile” come «testimonianza concreta e tangibile – afferma il direttore Mimmo Sancineto, rivolgendosi proprio a lui, compagno di avventure artistiche, di sogni e progetti – della tua presenza qui, tra noi, tra tutti gli amici che ti renderanno onore e che ti ricordano con l’affetto di sempre». All’inaugurazione della mostra, che si terrà martedì 12 aprile, alle ore 17, alla presenza del fratello Antonio Le Voci, interverranno: Mimmo Lo Polito, sindaco di Castrovillari; Angela Lo Passo, assessore alla Cultura; Mimmo Sancineto, direttore della Galleria d’Arte e lo storico Gianluigi Trombetti che omaggerà Gino – così come lo chiamava – e il suo viaggio, sempre alla ricerca del nuovo e del non conosciuto. «Qualcosa di nuovo – ricorda Trombetti – lo trovava sempre, lo entusiasmava e lo tratteneva in veloci e colorate pennellate, espressioni semplici di un sentire superiore e mai banale».

La sua arte non era mai ristretta nei margini di uno studio o di un quadro. Ma un’arte di tutti e per tutti, espressa nei dipinti, nei suoi murales, nelle note del violino e del mandolino che suonava per strada, nel suo stile, nel suo sguardo “bohémien” sulle cose, rivolto sempre verso l’alto, nel suo estro, a volte incompreso, ma sempre apprezzato. Da Parigi a Torino, senza mai dimenticare Castrovillari e la sua dimora di via Oriolo “street”, personalizzata anch’essa con il suo tocco inconfondibile.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *