Redazione Paese24.it

Elezioni a Rossano. Russo (Cisl): «Stop a ricerca esasperata di candidati. Parlate di programmi»

Elezioni a Rossano. Russo (Cisl): «Stop a ricerca esasperata di candidati. Parlate di programmi»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Assistiamo giornalmente al proliferare delle liste e ad una ricerca esasperata dei candidati, che spesso si presentano controvoglia, che non sono avvezzi alla politica. Sentiamo parlare poco, invece di programmi, di idee, di modi e maniere per risolvere i problemi che riguardano la popolazione», esordisce così, nello spronare i candidati per le prossime elezioni comunali di Rossano, il segretario Ust Cisl di Cosenza, Tonino Russo (nella foto).

Dal grave problema lavoro, alla valorizzazione del centro storico, passando per la complessa gestione dei rifiuti, senza dimenticare le criticità della sanità, il comparto agricolo e le questioni legate alla storica centrale Enel e alla chiusura del Tribunale: queste, secondo Russo, le priorità su cui dovrebbe incentrarsi la campagna elettorale. «Il prossimo sindaco e la coalizione che lo sosterrà – commenta il sindacalista – dovranno affrontare subito il problema della mancanza di lavoro, che non colpisce ormai solo i giovani acculturati ma anche la generazione dei quarantenni, preparati, specializzati, inoccupati e ormai costretti ad abbandonare la nostra terra». Inoltre auspica un ambio progetto turistico incentrato attorno a quell’enorme ricchezza di Rossano quale il Codex Purpureus.

otium banner a

Russo punta l’attenzione sul rapporto tra pubblico e privato. «Agli operatori turistici – dice – poi non si può chiedere solo la giusta e dovuta tassa di soggiorno senza migliorare le condizioni delle contrade marine e montane o le condizioni dei servizi primari come viabilità e il verde pubblico». Russo chiude il suo lungo excursus sulle problematiche che investono la città di Rossano, invitando i cittadini ad andare a votare «perché il voto è un sacrosanto diritto sancito dalla Costituzione», e contrapponendosi dunque alla protesta lanciata in città che invita a disertare le urne per protestate contro l’abbandono istituzionale in cui verserebbe la città.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *