Redazione Paese24.it

Amendolara in campagna elettorale. Liste quasi pronte, tante novità

Amendolara in campagna elettorale. Liste quasi pronte, tante novità
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Archiviata la festa del patrono San Vincenzo, Amendolara si prepara anche all’imminente campagna elettorale che condurrà alle consultazioni amministrative del 5 giugno. Ed ecco che iniziano a circolare i nomi dei papabili candidati, già con tante certezze, diverse novità e ancora qualche nodo da sciogliere.

A contendersi il parlamentino locale ci saranno, con molta probabilità, due liste: una capeggiata dal sindaco uscente, l’avvocato Antonello Ciminelli e l’altra guidata dal geologo Franco Martorano, già candidato a primo cittadino nel 2006. Tutte e due le compagini in lizza hanno uno sfondo civico, soprattutto quella di Ciminelli che comunque strizza l’occhio al Centrodestra. Mente più politicizzata, in quota Centrosinistra, appare quella di Martorano, con il Pd e Sel a costituirne l’ossatura. Potrebbe fare capolino nella lista di Ciminelli il Movimento Cinque Stelle che sta cercando di organizzarsi anche ad Amendolara.

Passiamo ai nomi dei candidati. A meno di dieci giorni dall’ufficializzazione delle liste, è quasi pronta quella di Ciminelli, tra conferme, novità e qualche sorpresa. Blindato l’asse portante composto da Luigi Salvatore, Pasquale Aprile, Marco Mitidieri e Domenico Falsetti. Gregorio Scigliano, il più longevo consigliere comunale di Amendolara, dopo 20 anni di attività non si ricandida. In lista però ci sarà il fratello Prospero, esordiente nel panorama politico locale. Ma le vere novità della lista riguardano le così dette quote rosa, molto ricercate, legge alla mano, e che Ciminelli ha individuato in tre giovani laureate: Luciana De Vita, Maria Ferrara e Mariateresa Stamato a cui si è aggiunta in questi giorni anche Paola Murgieri. Completano la squadra, per il momento, Luigi Sisci, assessore in carica e il giovane presidente della locale squadra di calcio, Angelo Soldato. Resterebbe l’ultima pedina sulla quale ancora vige un certo riserbo.

Fuori dalle liste (ma non dai giochi), a quanto pare, Gianni Esposito e Franco Adduci, consiglieri di maggioranza ma “nemici in casa” dopo il rimpasto di Ciminelli nel giugno 2013 quando di fatto estrometteva dalla Giunta i due assessori «per motivi personali», come sostenne allora il primo cittadino. Lo stesso Esposito, da poco iscritto al Partito Democratico, appoggerà Martorano.

Proprio sul versante Centrosinistra, ancora bocche cucite: si lavora per chiudere la lista con i nomi definitivi che dovrebbero conoscersi nel giro di 3/4 giorni. Non si ricandideranno con molta probabilità né Stefano Osnato e né Rocco Salerno, due giovani Pd, esordienti cinque anni fa che si sono seduti sugli scranni dell’opposizione insieme a Vincenzo Gaetano, in quota Sel, che dovrebbe invece ridare la sua disponibilità. Un altro nome che circola con insistenza è quello di Mariateresa Troiano. Per il resto tutto ancora è da confermare.

Rinuncia alla candidatura invece Gaetano Rotondò, consigliere comunale di lungo corso e cinque anni fa capolista della terza compagine in corsa che lo ha visto eletto in minoranza. Negli ultimi tempi sono apparsi palesi i suoi avvicinamenti alla maggioranza guidata da Ciminelli, tant’è che i ben informati lo vedevano collocato nella lista dell’attuale sindaco. Ma poi qualcosa non è andato per il verso giusto: sembrerebbe che Rotondò non abbia avuto le garanzie necessarie e sopratutto future per una sua candidatura che di fatto è sfumata.

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *