Redazione Paese24.it

Nocara, dame e cavalieri a tavola per un vero pranzo medievale

Nocara, dame e cavalieri a tavola per un vero pranzo medievale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Un interessante e suggestivo esperimento turistico-didattico si è svolto domenica nel Convento degli Antropici di Nocara. Qui è stato allestito un pranzo medievale (nelle foto) con i commensali, dame e cavalieri, vestiti a tema che hanno degustato pietanze del tempo con stoviglie di quel particolare periodo storico. L’idea è stata del Polo Tecnico Professionale “Tra Sybaris e Laos” che dall’anno scorso, mediante un articolato progetto regionale, ha messo in rete scuole e territorio ai fini di una valorizzazione turistica abbinata all’enogastronomia.

pranzo medievale nocaraL’appuntamento di ieri ha visto il coordinamento anche dell’associazione Itineraria Brutti, diretta da Paolo Gallo (direttore anche del Polo), che gestisce diversi castelli e parchi archeologici della Sibaritide, che, a Nocara, si avvalsa della collaborazione dell’agriturismo “Convento degli Antropici”. Protagonisti di questa particolare “domenica medievale” gli studenti dell’IPA-ITA di Rossano. scuola che rientra nel progetto del Polo, i quali hanno fatto un’esperienza di stage nell’Alternanza Scuola-Lavoro. Gli allievi hanno potuto indossare costumi storici, esercitarsi nel tiro con l’arco ed assistere, insieme al pubblico presente, ad una rievocazione storica del giuramento dei cavalieri templari curata dall’associazione “Legione Gladius”.

pranzo medievale nocara 3Alla manifestazione hanno partecipato docenti e dirigenti delle scuole dell’Alto Jonio Cosentino, oltre ad operatori turistici ed al console di Francia a Cosenza e vice presidente dell’Istituto Italiano dei Castelli, Francesco Mollo. Questa si presenta come un esperimento che sicuramente verrà riproposto da qui a breve, assieme ad altre rievocazioni nel corso di “Estate di Storia”con eventi culturali ed enogastronomici per la valorizzazione ai fini turistici dei Beni Culturali, proposta sempre da Itineraria Bruttii e dal Polo “Tra Sybaris e Laos”.

Vincenzo La Camera

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *