Redazione Paese24.it

“Premio Pagano” tra sport e regole. Ad Amendolara profumo di Serie A

“Premio Pagano” tra sport e regole. Ad Amendolara profumo di Serie A
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nella foto, la chiesa del Convento dei Domenicani ad Amendolara centro

Un “Premio Pagano” ricco di sorprese e ospiti d’eccezione si svolgerà ad Amendolara il 27 e 28 maggio nella splendida location della chiesa del Convento dei Domenicani. Un Premio voluto e coordinato dall’Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Jonio, presieduta dal consigliere parlamentare Antonio Pagano, che vuole ricordare con questa iniziativa la figura di Umberto Pagano, giudice originario di Amendolara, scomparso nel 2011 dopo essere stato anche presidente di Corte d’Appello a Lecce. Numerose le scuole coinvolte che hanno fatto giungere i propri lavori che saranno esaminati da una speciale commissione.

Ciccio Modesto

Ciccio Modesto

“Nella scuola e nella vita lo sport svolge un ruolo decisivo nella gestione dei rapporti umani perchè insegna le “regole del gioco”, come si compete lealmente, senza barare, in maniera altruista” è il tema di quest’anno. Il filo conduttore del Premio, infatti, è sempre la legalità, nelle sue svariate sfaccettature, vista con gli occhi delle nuove generazioni.

La novità dell’edizione 2016 consiste in una programmazione spalmata su due giorni. Il 27 maggio spazio alle premiazioni delle scuole vincitrici, mentre per il giorno seguente è previsto un momento di dibattito e confronto su “Sport e Regole”. Sono attesi ad Amendolara per la “due giorni” il noto giornalista sportivo Italo Cucci, già direttore del Guerin Sportivo, Corriere dello Sport-Stadio e il Quotidiano Nazionale (La Nazione, Il Giorno, Il Resto del Carlino), che oggi dirige l’agenzia di stampa Italpress. Con lui ci sarà anche Pierpaolo Romani, coordinatore di Avviso Pubblico e autore del libro “Calcio criminale”.

Italo Cucci

Italo Cucci

Passando al calcio giocato, invece, ha dato la sua disponibilità Francesco Modesto, calciatore del Crotone dei miracoli appena promosso in Serie A. La favola di Modesto, Ciccio per gli amici, ha visto che proprio lui, crotonese doc, segnasse uno dei gol decisivi per la matematica promozione, sotto la sua curva. Con Modesto arriverà ad Amendolara anche il vice presidente del Crotone, Salvatore Gualtieri, che ricopre anche la carica di vice presidente della Lega Serie B.

Tra gli altri ospiti anche il vescovo di Cassano all’Ionio, Francesco Savino, il dirigente della Digos di Cosenza, Pietro Gerace e il sindaco di Amendolara, Antonello Ciminelli. A conclusione della manifestazione, sabato sera, la compagnia “Teatro del Forestiero” di Cariati porterà in scena lo spettacolo “Solo una Rosa ovvero Antigone nei secoli”.

Vincenzo La Camera

SEGUE PROGRAMMA DETTAGLIATO

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *