Redazione Paese24.it

San Severino, “La Porta del Pollino” è nel cuore di Bosco Magnano

San Severino, “La Porta del Pollino” è nel cuore di Bosco Magnano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Torna a funzionare dopo cinque anni di inattività la struttura ricettiva nel cuore di Bosco Magnano, nel comune di San Severino Lucano (Pz). Il “coraggio” di provarci lo si deve a due giovanissimi fidanzati: Stefano Cristaldi, di 24 anni e Denise Sessa di 23. Stefano, “figlio d’arte”, con il papà già impegnato nella ristorazione, ha deciso, dopo alcune esperienze nel settore, di mettersi in proprio affiancato in questa  nuova avventura dalla sua dolce metà, che da Roggiano Gravina, in Calabria, si è trasferita a San Severino.

porta pollino 4Senza finanziamenti pubblici, ma con i suoi risparmi, Stefano ha inaugurato qualche giorno fa “La Porta del Pollino”, sulla strada che dopo aver lasciato la statale “Sinnica” conduce a San Severino Lucano. Il paese nel cuore del Parco del Pollino è votato alla ristorazione, ma Stefano e Denise sono sicuramente i più giovani gestori di un locale sul territorio. Rimboccarsi le maniche per provare a non partire, sfruttando quello che di bello può offrire il proprio territorio. San Severino Lucano promuove un turismo pluristagionale che attira maggiormente gli amanti della natura incontaminata e della buona tavola a base di prodotti tipici.

Stefano con il suo locale vuole soddisfare proprio queste esigenze, sopratutto mettendo a disposizione con una speciale paninoteca, il suo “piatto forte”, pranzi veloci ma di qualità, per escursionisti pronti a passare un’intera giornata in montagna. O comitive di amici in libera uscita per una domenica fuori porta, che possono pensare magari anche ad una puntatina al “Parco Avventura” proprio a due passi dal ristorante. E per i più esigenti, “La Porta del Pollino” mette a disposizione anche delle camere accoglienti immerse nel verde e nel silenzio della montagna.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *