Redazione Paese24.it

Roggiano, Oliverio inaugura una nuova residenza per anziani

Roggiano, Oliverio inaugura una nuova residenza per anziani
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Una nuova residenza sanitaria per anziani di 25 posti, denominata “Villa San Francesco”, è stata inaugurata a Roggiano Gravina, dal presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. La struttura, precedentemente utilizzata come sede dell’ex Centro Unla, rischiava il degrado e l’abbandono, stessa sorte toccata a tante altre strutture disseminate un Calabria, oggetto di consistenti investimenti pubblici e poi rimaste incompiute. La gestione della struttura è stata affidata alla società “Villa del Rosario” di Cotronei.

Alla cerimonia hanno preso parte, inoltre, il sindaco di Roggiano Gravina Ignazio Iacone, il vescovo di San Marco-Scalea, mons. Leonardo Bonanno, il parroco del paese don Andrea, il direttore generale dell’Asp di Cosenza, Raffaele Mauro, numerosi sindaci, amministratori e cittadini del comprensorio della Valle dell’Esaro.

«In altre realtà del mondo – ha dichiarato Oliverio – di fronte ai processi di progressiva senilizzazione e di sempre più scarsa natalità, la fase della vita sulla quale si concentrano soprattutto le società più avanzate è proprio quella della terza età. Anche noi dobbiamo investire in questa direzione. Programmare e realizzare investimenti in questo settore significa, infatti, investire sul futuro, creando nuove occasioni di lavoro e assicurando una migliore qualità della vita a noi stessi e a quanti verranno dopo di noi».

«Come Regione – ha aggiunto il presidente della Regione – abbiamo concordato un piano con l’Asp per recuperare e utilizzare al meglio molte di queste strutture. Ad esempio, a Terranova da Sibari una struttura simile sarà affidata al Comune per realizzare un Centro Sociale; a San Pietro in Amantea realizzeremo un centro di neuropsichiatria infantile. A fine luglio a Santa Sofia D’Epiro saranno ricoverati i primi 7 malati psichiatrici attualmente ospitati a spese della Regione in strutture esterne alla Calabria.  A Casole Bruzio ed Aprigliano sono stati aperti nuovi poliambulatori».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *