Redazione Paese24.it

Pollino, Valle dell’Esaro e Sila. Quaranta comuni insieme per bando valorizzazione aree culturali

Pollino, Valle dell’Esaro e Sila. Quaranta comuni insieme per bando valorizzazione aree culturali
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Quaranta comuni compresi tra il versante calabrese del Parco del Pollino, il Parco della Sila e la Valle dell’Esaro provano a fare gruppo per partecipare al Bando MiBACT (Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Tursimo) per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale e in scadenza il 5 settembre. Gli interessanti si sono riuniti, ieri (lunedì), nella sala consiliare di San Marco Argentano per analizzare il progetto degli architetti Massimo Chiodo e Giovanna Castagnaro dal titolo “Transumanze culturali delle aree interne”. L’idea è quella di un progetto di interazione e di interscambio tra i comuni della vasta area interessata al fine di creare un sistema integrato di offerta puntando su cinque tematiche culturali: percorsi mariani; percorsi naturalistici; valorizzazione e tutela delle etnie consolidate e nuovi sistemi di accoglienza; messa in rete e recupero conservativo di elementi afferenti alla Storia e Preistoria; archeologia industriale, borghi e paesaggi.

Un paniere, come in passato tanti se ne sono già sentiti, per provare a costruire qualcosa di interessante e duraturo da offrire al visitatore e al tempo stesso che permetta ai cittadini residenti di usufruire di qualche opportunità lavorativa. «La progettualità in questione – si legge in una nota – si basa su specifici interventi di natura orizzontale, per cui concertati tra le singole amministrazioni locali, con un’ottica di lungo periodo (10/15 anni) e a beneficio di tutti i territori oggetto d’intervento, i quali per la prima volta in modo condiviso e partecipato sono artefici di un processo di crescita “buttom up” (dal basso)».

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *